5 cibi che riattivano il metabolismo

Benessere: i 5 cibi che riattivano il metabolismoSpesse volte chi non riesce a dimagrire tira in ballo il metabolismo:
“Non mangio niente, eppure ingrasso”
“Non riesco a dimagrire, ho il metabolismo bloccato”
“Sono in sovrappeso, ma ormai cosa ci posso fare, è il metabolismo lento”…
Sicuramente anche a te è capitato di sentire qualcuno pronunciare queste frasi e… magari ti sei chiesta cosa fosse il metabolismo oppure hai pensato se dipende davvero da quello…
Se hai qualche dubbio, hai ragione.
Molte volte le persone si nascondono dietro queste scuse, cercano giustificazioni perché non hanno il coraggio, la voglia, la motivazione per cambiare.In realtà raramente le persone sono sovrappeso a causa del metabolismo lento o della tiroide… anzi il metabolismo lento in genere è una conseguenza dei chili di grasso in eccesso. Per quanto riguarda la tiroide, sicuramente ha un ruolo nel regolare il metabolismo – gli ormoni, si sa, sono protagonisti – ma non è di certo la causa di tutti i mali. Se ci si alimenta correttamente e ci si allena i chili di troppo spariscono e il metabolismo accelera.
Si, perché – se hai fatto il nostro check – sai che il metabolismo BASALE – cioè le calorie che il tuo corpo necessita a riposo per funzionare – è strettamente legato alla massa muscolare. Più muscoli hai, maggiore è il tuo metabolismo basale. Ecco perché puntiamo tanto sull’aumento della massa muscolare. Perché è l’unico modo per avviare un processo di dimagrimento inizialmente e poi di mantenimento DEFINITIVO!

Ora ti starai chiedendo perché molte persone in sovrappeso hanno in realtà una massa muscolare pronunciata (in effetti ne hanno bisogno per svolgere anche le normali attività, perché anche solo fare le scale richiede un certo sforzo con qualche chilo addosso) e un metabolismo molto lento. In questo caso è la massa grassa che la fa da padrone e va a rallentare il metabolismo. Per questo è fondamentale abbinare all’allenamento un programma alimentare ipocalorico che stimoli il corpo a utilizzare la massa grassa come substrato energetico e consenta al metabolismo di riattivarsi.

Ti consigliamo di affidarti a un esperto che sia in grado di assisterti, se vuoi scoprire i nostri programmi alimentari, clicca qui

Ora ti sveliamo 5 alimenti superfood da aggiungere alla dieta quotidiana per aiutare il metabolismo a funzionare correttamente. Ovviamente non fanno miracoli, quelli devi farli tu con il tuo impegno e la tua costanza nel seguire il tuo programma alimentare, nel muoverti maggiormente e nell’evitare tutto quello che – LO SAI BENE – non ti aiuta a perdere il grasso in eccesso.
Si chiamano superfood e sono dei veri e propri concentrati di nutrienti e benefici. Ne hai mai sentito parlare?
Si tratta di quei cibi che, grazie alle loro particolari proprietà, non solo apportano benefici a tutto l’organismo, ma contribuiscono anche ad accelerare il metabolismo.
Se il metabolismo basale accelera, significa che il nostro corpo arriva a bruciare più calorie per funzionare rispetto a prima; ma bisogna anche svolgere un’attività fisica regolare, e in secondo luogo avere cura di seguire un’alimentazione sana e corretta. Questo ultimo punto può essere aiutato proprio da alcuni superfood che contribuiscono all’aumento del metabolismo basale.
1) Bacche di goji. Bacche e semi possono essere degli alleati preziosissimi per il nostro metabolismo, grazie alla loro ricchezza di proprietà ed elementi benefici per il corpo. Le bacche di goji, definite non a caso il frutto della longevità, sono un vero e proprio concentrato di antiossidanti che combattono i radicali liberi e aiutano i tessuti dell’organismo a mantenersi giovani. Non solo: ricche di vitamina A, sono un toccasana per la pelle e per rinforzare capelli e unghie, e grazie agli acidi grassi essenziali che contengono (i grassi “buoni” per intenderci), aiutano il corpo a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia di mangiarle a colazione (insieme allo yogurt sono ottime), così da avere una carica immediata di energia per affrontare la giornata: infatti non solo aiutano a sentirsi sazi, riducendo quindi il senso di fame e aiutando il metabolismo, ma sono una vera e propria carica di vitalità.
2) Mirtilli. Sempre restando in tema “bacche”, anche i mirtilli si classificano tra i superfood con il maggior numero di benefici e nessuna controindicazione. Ricchi di vitamine A, C ed E, questi piccoli frutti bluastri aiutano ad alleviare il senso di gonfiore dovuto ad un’alimentazione sbagliata oppure allo stress. Se consumati regolarmente, dunque, possono rivelarsi degli ottimi alleati per la nostra linea. Inoltre sono piuttosto indicati per chi soffre di problemi di circolazione, pesantezza alle gambe o ritenzione idrica. Insomma, quando si parla di mirtillo si parla di un superfood a tutti gli effetti.
3) Quinoa. La quinoa è davvero un concentrato di benefici a 360°. In primo luogo è un alimento ipocalorico, il che significa che è adatto e consigliato anche se si è dieta, e poi può essere consumato anche da chi soffre di celiachia, in quanto privo di glutine. La quinoa è un’ottima fonte di fibre, proteine e carboidrati, per cui abbinata ad un contorno di verdure può rappresentare un pasto completo, veloce e nutriente. Grazie all’elevata quantità di fibre che contiene ci aiuta a mantenere il senso di sazietà a lungo, evitando di indulgere in junk food o cibi-tentazione. Il metabolismo ringrazierà.
4) Tè verde. Bere tè verde è un toccasana sotto tantissimi punti di vista, motivo per cui anche questa bevanda può essere inclusa nel privilegiato gruppo dei superfood. Grazie all’elevatissima presenza di antiossidanti, il tè verde aiuta a contrastare i radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento cellulare. L’ideale è berlo la mattina (magari al posto del caffè), senza zuccheri o dolcificanti, poiché aiuta a mantenere stabili i valori di colesterolo e trigliceridi, proteggendoci dal rischio di malattie cardiovascolari. È stato inoltre provato che consumare regolarmente tè verde risulta essere un’abitudine preziosa in un’ottica di perdita di peso e accelerazione del metabolismo basale, grazie alle sue capacità di drenaggio dei liquidi in eccesso e di controllo degli zuccheri nel sangue.
5) Avena. Ultima ma non meno importante è l’avena, cereale ricchissimo di fibre e in particolare di betaglucani, che grazie alla loro azione mirata aiutano notevolmente a ridurre il colesterolo. L’avena è considerata un acceleratore di metabolismo grazie alle sue capacità di diminuire il senso di fame (provatela come porridge insieme a yogurt bianco e frutta fresca, vi terrà sazie per tutta la mattina) e di eliminare le sostanze di rifiuto all’interno del corpo. Non solo buona dunque, ma anche salutare.

Come vedi non si tratta di cibi che magicamente ti faranno dimagrire se li mangi, quelli purtroppo non esistono, ma certamente inserirli nella tua alimentazione, evitando alimenti molto più insani – ad esempio sostituire i biscotti o i cereali elaborati della colazione con l’avena, oppure bere tè verde senza zucchero al posto di una bibita zuccherata, mangiare della quinoa al posto di un piatto di pasta o di un panino bianco e arricchire la colazione o gli spuntini con bacche e frutti di bosco – non può che aiutarti a perdere i chili in eccesso.

Adotta delle abitudini sane che in un primo momento ti serviranno per rimediare agli errori compiuti fino a oggi e che poi saranno uno stile di vita sano e indirizzato unicamente verso il benessere!

Ci vediamo in palestra

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Facebook Comments