La sindrome da rientro ti fa venire fame?

Ecco, le hai aspettate tutto l’anno e ora le vacanze sono già finite…

Sei tornata o manca poco al rientro e sei di pessimo umore e svogliata… Il pensiero di tornare ai soliti ritmi ti fa star male e in più… hai anche una maledetta fame continua???

E si che eri riuscita a tornare sulla bilancia “indenne” o quasi.

Il rientro dalle vacanze – che per il corpo rappresenta uno stress notevole, in particolare se le vacanze si sono protratte a lungo, può essere alla base di quella che si chiama fame emotiva o fame nervosa.

La stessa che ti colpisce in altri periodi dell’anno e che ti impedisce di mantenere il peso forma. Scatenata da motivi psicologici più o meno latenti, la fame emotiva è la causa principale del fallimento delle diete.

 

Spesso infatti, nei momenti di difficoltà, cerchiamo conforto nel cibo. In breve, mangiamo per placare uno stato di tensione emotiva, di ansia o di tristezza. Naturalmente, questo tipo di appetito non ha nulla a che fare con la fame in senso stretto. Non mangiamo perché il nostro corpo ce lo chiede ma perché il nostro sistema nervoso ce lo impone. È quella che, infatti, si chiama fame nervosa. Purtroppo, in genere, non si cerca sollievo sgranocchiando una carota o mangiando una mela o sorbendo una tisana, ma scegliamo cibi ipercalorici, ricchi di grassi, di sale o di zuccheri (il cosiddetto comfort food, per l’appunto). La fame nervosa, insomma, andrebbe contenuta e non assecondata, non solo per una questione di linea ma anche per un discorso di salute.

Ecco alcuni piccoli trucchi che possono aiutarti a resistere all’impulso di svuotare frigorifero e dispensa e a combattere la fame nervosa.

  1. Consapevolezza
    Un primo passo, apparentemente semplice e banale, è quello di renderti conto che hai voglia di cibo non perché è lo stomaco a chiedertelo ma per un riflesso quasi condizionato. Chiediti che ore sono, quando hai  mangiato l’ultima volta e quanto manca al pasto successivo. Rispondere a queste semplici domande ti aiuta a svelare l’arcano. Sembra poco, ma questo semplice processo può togliere legittimità alla voglia di aprire una busta di patatine o di far fuori una scatola di biscotti.
  2. Scaricare la tensione
    Se il problema è la tensione, una soluzione può essere quella di incanalarla e sfogarla in altre attività. Un’oretta in palestra può aiutarti a scaricare il peso emotivo. L’attività fisica, soprattutto se fatta con regolarità, non solo stanca ma libera endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello che svolgono un’azione sia analgesica che eccitante. Insomma, lo sport aiuta a raggiungere uno stato psicologico agli antipodi di quello che ci spinge in cucina.
  3. Cosa mangiare e quando
    Oltre ad assumere frutta e verdura e acqua, quando non riesci a resistere all’impulso, attua altre strategie, in base alla fascia oraria. Per esempio, una colazione ben equilibrata e uno spuntino leggero a metà mattina, eviterà di farti arrivare affamata prima del pranzo. Stesso discorso a metà pomeriggio: meglio una merenda leggera e uno spuntino prima di uscire a cena, che arrivare famelica e divorare tutti i grissini del ristorante. Questi spuntini servono anche a interrompere la tensione emotiva che porta alla fame nervosa.
  4. L’autoinganno
    Non sempre però, hai la possibilità di ritagliarsi un’oretta o più per fare un po’ di esercizi. Una soluzione ulteriore può essere quella di cedere alla fame nervosa ma solo in apparenza. Hai voglia di mangiare qualcosa? Mangia. Il gesto di portare qualcosa alla bocca e masticare può effettivamente liberare momentaneamente dall’ansia o dallo stress, ma è bene in questo caso mangiare ortaggi o frutta: carote, finocchi, sedano, mele ecc…
  5. Extra
    Altri stratagemmi possono essere quello di bere molto, acqua o tisane, naturalmente nulla di alcolico o di industriale. In questo modo si dovresti ottenere un senso di sazietà che scoraggerà eventuali “scivolate”. Anche mangiare lentamente è un’altra soluzione. Consumare i pasti prendendotela comoda consente al tuo cervello di capire che la quantità di cibo ingurgitata è sufficiente e non ne serve dell’altro.

Se vuoi dare una svolta al tuo rientro e sbarazzarti della malinconia tipica della fine delle ferie, contattaci 091 743 45 58 o info@csm-minusio.ch, facciamo programmi fitness fantastici!

Ti aspettiamo

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto
Team Centro Sportivo Minusio

 

 

 

Cosa mangio dopo l’allenamento?

E’ una domanda ricorrente…

Da una parte vuoi ottimizzare gli effetti dell’allenamento e non ingurgitare di tutto e di più (anche se ne avresti davvero voglia) per non vanificare gli sforzi fatti, dall’altra sai che è il momento migliore per nutrire i muscoli dopo l’impegno, ma sai anche che se ti concedi un dolcetto o qualche piccolo “sgarro” puoi contare sull’effetto brucia-grassi post-workout…

Quindi… cosa mangio dopo l’allenamento?

È una delle principali domande che attanagliano molti sportivi e frequentatori di palestre. I dubbi nascono dalla consapevolezza che i vari alimenti sono diversi non solo per composizione, ma anche per esigenze digestive e che tutte queste caratteristiche si devono adattare alle esigenze di ciascuno.

La scelta dello spuntino post-allenamento andrebbe fatta nel rispetto delle proprie caratteristiche personali: obbiettivo dell’allenamento, eventuali condizioni patologiche, necessità dell’organismo (tipo di allenamento svolto), frequenza e intensità degli allenamenti, equilibrio della dieta nel resto della giornata, gusti personali e comodità – praticità di utilizzo.

Lo spuntino post allenamento svolge essenzialmente 4 funzioni:

  1. Supporta l’organismo dal punto di vista energetico e, a volte, ripristina le scorte di glicogeno
  2. Riduce – rallenta – interrompe il catabolismo muscolare
  3. Allevia il senso di appetito in attesa del pasto principale
  4. Favorisce l’apporto di acqua e molecole nutrizionali non energetiche: fibre, vitamine, sali minerali, antiossidanti fenolici, fitosteroli, lecitine ecc.

Hai mai sentito parlare di finestra anabolica?

Per finestra anabolica s’intende il breve periodo, successivo ad un allenamento intenso, in cui il muscolo è massimamente predisposto ad incorporare e ad utilizzare i nutrienti, per la sintesi di nuovo tessuto contrattile e per la riparazione di quello lesionato dall’attività fisica. Normalmente la finestra anabolica si fa coincidere tra i 20 ed i 120 minuti dal termine dell’allenamento.

Per accentuare questa sorta di “effetto spugna”, che predispone il tessuto muscolare ad “assorbire” i substrati necessari alla sintesi proteica ed al ripristino delle scorte energetiche, si consiglia di consumare “proteine veloci”, come quelle del siero del latte idrolizzate e carboidrati a medio e ad alto indice glicemico. Questa strategia nutrizionale ha lo scopo di produrre uno sbalzo glicemico; il massiccio rilascio di insulina che ne consegue facilita infatti l’ingresso dei vari nutrienti nelle cellule, incluse quelle muscolari. Dopodiché, a distanza di mezz’ora – un’ora si consiglia di consumare un pasto solido ricco di proteine e carboidrati complessi.

Anche negli sport di endurance è importante ripristinare la “spesa energetica”, aumentando la quota di carboidrati a basso indice glicemico e inserendo sali minerali e vitamine.

Quando consumare lo spuntino post-allenamento?

Dopo l’allenamento!“… ovviamente! Il discorso però non è così semplice, infatti il tempo trascorso tra l’interruzione dello sforzo motorio e l’introduzione di molecole nutrizionali è la chiave di molte strategie alimentari.

Secondo una corrente di pensiero lo spuntino post allenamento deve sfruttare appieno la finestra anabolica dell’organismo. Questo “momento” – generalmente proporzionale all’entità dello sforzo atletico precedente (volume e intensità) – dura circa quanto la prima fase di EPOC (se non ti ricordi che cos’è clicca qui) e risulta eccellente nei primi 15′ dal termine dello sforzo; dopodiché sfuma progressivamente. Ecco perché certi preparatori atletici e dietisti sportivi suggeriscono di assumere lo spuntino post allenamento quando sia ha ancora “il fiatone” o al massimo in spogliatoio, per aumentare la velocità di ripristino delle scorte di glicogeno e interrompere il processo catabolico muscolare.

Altri professionisti, invece, basano la propria scelta su aspetti differenti che caratterizzano l’EPOC; questi sono: l’aumento del dispendio energetico di base e l’incremento dell’ormone della crescita o GH, che incrementa al diminuire della glicemia. Durante l’esercizio aumenta lo zucchero nel sangue ma, allo stesso tempo, previene (per quanto possibile…) un eccessivo catabolismo muscolare. Con il supporto del GH sarebbe quindi possibile sfruttare appieno l’aumento del metabolismo basale posticipando lo spuntino post allenamento fino ad oltre 60-120′ dal termine (ovvero, una volta conclusa la prima fase dell’EPOC).

Quindi, cosa fare? La scelta di un metodo piuttosto che un altro dipende moltissimo dall’obiettivo perseguito; il primo caso interessa principalmente la fase di ipertrofia e gli atleti che praticano più di 4-5 allenamenti settimanali. Il secondo prevalentemente chi ricerca definizione e chi pratica fitness a scopo dimagrante.

Anche in questo caso, ricorda di non fare di testa tua e affidati a un istruttore professionista che ti aiuti a determinare i tuoi obiettivi e il programma (sia di allenamento, sia alimentare) ideale per raggiungerli!

Per maggiori informazioni e per la tua consulenza personalizzata, contattaci 091 743 45 58 o info@csm-minusio.ch

A presto

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Fianco a fianco…

Stare “fianco a fianco” significa stare sempre vicino a qualcuno per indurlo a poco a poco a comportarsi come si desidera.

Ecco, per fare dimagrire e per tonificare i fianchi, intesi come parte del corpo, vale la stessa costanza!

Come ti abbiamo già spiegato più volte (se vuoi rinfrescarti la memoria, clicca qui) i fianchi “importanti” sono una caratteristica di molte donne, si parla di biotipo ginoide, caratterizzato dall’accumulo di grasso dall’ombelico in giù, mentre la forma a mela è una prerogativa perlopiù maschile o dei biotipi androidi, caratterizzati da un accumulo di grasso prettamente dall’ombelico in su (maggiormente a rischio per via dell’elevato livello di grasso viscerale, se vuoi saperne di più clicca qui).

La genetica gioca una componente importante. Sebbene nel corso degli anni si verifichino dei cambiamenti dovuti principalmente alle modificazioni ormonali, chi tende ad accumulare grasso in determinate parti del corpo continuerà a farlo per la maggior parte della sua vita.

Anche se ultimamente le forme morbide e particolarmente accentuate di fianchi e lato B sono molto apprezzate (ci sono alcune star che hanno costruito il loro successo proprio su queste forme “esasperate” anche chirurgicamente), spesso glutei e fianchi abbondanti sono il cruccio di molte donne.

Per avere risultati duraturi e visibili bisogna lavorare su più piani:

  1. Alimentazione: per liberarsi di accumuli adiposi, cellulite e ciccia in eccesso su fianchi e lato B, bisogna seguire un piano alimentare sano ed equilibrato, che depuri il corpo espellendo le tossine in eccesso. I cibi da eliminare o limitare sono, per prima cosa, il sale, lo zucchero e la carne rossa. a frutta, verdura, proteine magre, condimento a crudo con olio extra vergine di oliva e cotture al vapore o ai ferri. Limitare il consumo di sale, zuccheri raffinati, fritti e superalcolici. Bere molta acqua per favorire la micro-circolazione.
  2. Allenamento: il diktat resta tonificare, tonificare, tonificare. Come? Con un allenamento intenso, mirato allo stimolo di adduttori e abduttori, quadricipiti, lato B e ischiocrurali. Prova a seguire i nostri tutorial su Youtube, clicca qui per Gambe Snelle e Toniche e qui per LATO B da urlo. Se sei di biotipo ginoide e hai qualche chiletto di grasso da smaltire, l’ideale per te è un circuito PHA (Peripheral Heart Action) che combina esercizi per l’allenamento cardiovascolare (che stimolano l’effetto EPOC – cioè l’effetto lipolitico post-allenamento) ed esercizi di tonificazione per tutti i gruppi muscolari, alternando il lavoro con gli arti inferiori e quello con gli arti superiori per stimolare il cuore a pompare sangue nelle diverse parti del corpo ed evitare ristagni di liquidi nella parte inferiore del corpo. Ovviamente non puoi improvvisare, devi affidarti a un professionista del fitness che valuti la tua composizione corporea e determini il programma di allenamento migliore per te.
  3. Trattamenti estetici mirati: per aiutare il tuo corpo a eliminare le tossine in eccesso e potenziare l’effetto di un piano alimentare sano ed equilibrato, come pure dell’allenamento, è importante affiancare l’effetto di massaggi specifici per destrutturare il grasso e stimolare il drenaggio dei liquidi. Con i nostri programmi specifici AddioCellulite@CSM sentirai le gambe subito più leggere e meno gonfie. I risultati sono visibili fin dalla prima seduta: le tue cosce perderanno immediatamente centimetri di circonferenza!

Ci vorrà tempo, pazienza e impegno, ma se vuoi davvero “plasmare” la forma del tuo corpo una volta per tutte e avere risultati che durino più di una semplice “prova costume”, non aspettare!

Inizia ORA il tuo cambiamento, chiamaci 091 743 45 58 o scrivi a info@csm-minusio. Saremo felici di aiutarti e di lavorare per raggiungere insieme il tuo obiettivo!

Ti aspettiamo

Team Centro Sportivo Minusio

*****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Come sopravvivere a una cena dopo l’altra

In vacanza o a casa la storia è sempre la stessa.

Le serate sono lunghe e calde, non hai voglia di cucinare, d’estate è bello uscire con gli amici e goderti una serata in compagnia, spensierata… o quasi.

Cenare al ristorante, in particolare molte sere di fila, non è proprio il top per la linea. Soprattutto se segui un piano alimentare: le tentazioni alle quali bisogna resistere sono molte…

Non mandare all’aria la dieta non è impossibile, basta rispettare alcune regole per non far lievitare troppo il tuo peso.

E’ importante fare attenzione a due aspetti fondamentali: la quantità e la qualità del cibo.

Un primo un secondo un dolce e un po’ di vino possono tranquillamente farci arrivare alle 1500 calorie. Se ordiniamo una pizza e un dolce le cose non vanno meglio: in questo caso si raggiungono con facilità le 1000 calorie.

Basta una mangiata del genere a settimana per vanificare la restrizione calorica dei giorni precedenti.

Per tenere sotto controllo la quantità è bene non esagerare con le porzioni ed eliminare il dolce a fine pasto che, nel migliore dei casi, ci porta ad assumere almeno 400 kcal in più.

Primi piatti: evita quelli cucinati con aggiunta di burro o troppo unti. Se ordini solamente un primo preferisci quelli equilibrati nella ripartizione dei vari nutrienti, ad esempio spaghetti con pollo, olio di oliva e peperoni, pasta al tonno, olio di oliva e pomodoro, pasta con carne macinata e verdure. Sono invece sbilanciate (troppo ricche di carboidrati e povere di proteine): pasta all’olio, pasta al pomodoro, orecchiette alle cime di rapa. Anche l’aggiunta di condimenti troppo ricchi di grassi come pasta all’amatriciana o alla carbonara sbilanciano il piatto innalzando anche il suo contenuto calorico.

I secondi: scegli i tagli di carne più magri. I bolliti sono ottimi, la carne alla griglia è una buona scelta (ma senza esagerare per via delle sostanze cancerogene che si sviluppano alle alte temperature). Stesso discorso per i fritti, che hanno in più lo svantaggio di essere ipercalorici. Per gli arrosti meglio prediligere carni e tagli non troppo grassi e non esagerare con i condimenti.
Il pesce si rivela il più delle volte una scelta più che salutare. Sebbene ci siano pesci più o meno grassi, l’importante è non eccedere troppo con le quantità. I grassi polinsaturi contenuti nel pesce infatti, anche se apportano le stesse calorie degli altri tipi, contribuiscono a tenere sotto controllo il colesterolo.

Al ristorante prova ad ordinare:

Tagliata di manzo con rucola anziché grigliata mista
Carpaccio di vitello, limone e verdure, anziché affettati misti e frittini misti
Filetto di pesce spada e fagiolini anziché fritto misto
Spaghetti con zucchine e gamberetti, anziché spaghetti alla carbonara

Prediligi sempre i cibi freschi e (possibilmente) genuini, quindi prediligi ristoranti piccoli, ma con una buona cultura alimentare: con tutta probabilità si tratta di un locale attento anche all’aspetto dietetico e qualitativo dei piatti.

Evita invece locali super affollati che puntano sulla quantità e che propongono solamente menù “abbuffata”.

Comunque non ti preoccupare troppo, le vacanze sono fatte per rilassarsi, al rientro ci pensiamo noi!

Contattaci, clicca qui 

Buone vacanze! Ci vediamo il 17 agosto!

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Happy estate: gli aperitivi ti devastano?

Ad aperitivi, apericena ed happy hour e non riesci proprio a dire di no?
 
Leggi i nostri consigli per non buttare all’aria mesi di sacrifici e restare in forma senza mettere da parte vita mondana, amicizie e divertimento!
 
A volte pensi che un aperitivo sia meno impegnativo di una cena, cosi accetti inviti di quà e di là e… intanto ogni sera finisce che il tuo pasto diventa proprio l’apericena. 
 
Purtroppo, però, gli happy hour in serie (ciò vuol dire anche solo 3 sere su 7) possono rovinare i sacrifici di 2 settimane di dieta.
Calma. Questo non vuol dire che devi rinunciare a uscire e a vedere i tuoi amici. Basta partecipare con un po’ di buon senso.
 
Per prima cosa non pensare che l’aperitivo possa sostituirsi alla tua cena per 2 motivi:
1. rischi di abbuffarti per saziarti e non dover poi fare cena;
2. rischi di scegliere cibi iper-nutrienti e superare il tuo fabbisogno calorico.
 
Quindi ricordati sempre che l’aperitivo è solo un pre-cena e quindi sappi che non devi esagerare perché poi dovrai anche cenare. 
 
In effetti davanti a un ricco buffet è difficile resistere. Probabilmente poi (oltre alla gola) ci si mette pure la fame, quindi…
 
Evita di arrivare affamata facendo uno spuntino sano (un frutto, uno yogurt) a casa, prima di uscire.
 
Non saltare addosso al primo piatto di tramezzini che viene servito e fermati a riflettere. Scegli le opzioni più “dietetiche”: oggi quasi tutti i locali propongono anche frutta e verdura e non solo cibi grassi e fritti. 
 
Un altro trucchetto. Appena arrivata bevi un bel bicchiere d’acqua che smorza subito la fame di “schifezze” e poi tuffati sulle verdure. Sedano e carote sono perfetti per stimolare il senso di sazietà. Evita le verdure sottolio e prediligi quelle sotto aceto, meno ricche di grassi.
 
Le olive sono ammesse, ma non mangiarne più di tre per evitare di eccedere nelle calorie.
 
Se proprio non ti va di bere acqua, opta per i cocktail analcolici di tendenza (meglio senza succhi di frutta zuccherati e zuccheri aggiunti) oppure per i centrifugati di frutta e verdura, il vero trend del momento. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, allegri, colorati e… con meno calorie di un cocktail alcolico (minimo 200-250 kcal). 
 
Divieto assoluto per patatine e salatine. Preferisci un assaggio di pasta fredda o insalata di riso, scegli le tartine a base di pesce invece di quelle a base di salse molto grasse ed evita salame e pancetta.
 
Come vedi puoi divertirti ed essere “di compagnia” anche optando per la versione più “dietetica” dell’aperitivo. 
Se proprio non ce l’hai fatta, contattaci cliccando qui, troveremo insieme il programma di dimagrimento e allenamento su misura per te.
 
Buona estate e al prossimo articolo
Team Centro Sportivo Minusio
****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Come godersi una grigliata e non ingrassare

Serate d’estate, caldo, amici…

Cosa c’è di meglio di trascorrere ore piacevoli e divertenti all’aperto gustando una bella grigliata mista?

Se anche la tua agenda estiva è piena di inviti a grigliate in giardino, leggi i nostri suggerimenti per non accusare il colpo.

La grigliata di per sé non è un pasto “ingrassante”. La regina del barbecue in genere è la carne, ma alla griglia si possono cuocere anche pesce e verdure, insomma per i gusti di tutti i commensali. In genere poi, vista la stagione, si prediligono contorni freddi come insalate. Ottimo, insomma.

L’unica insidia è costituita (oltre che da aperitivi vari, dolci e alcolici) dai grassi contenuti nella carne e dalle varie salse spesso utilizzate per accompagnarla.

Mentre aspetti che la grigliata sia cotta a puntino, quindi, resisti al richiamo delle patatine fritte in sacchetto (tipiche da sgranocchiare prima e durante il barbecue) e stai alla larga da bruschette, focaccine, tramezzini e stuzzichini vari (magari di pasta sfoglia).

Per ridurre l’apporto calorico, meglio non aggiungere salsine e non esagerare con l’olio extravergine di oliva. Per insaporire gli alimenti alla brace usa poco sale, pepe e aromi.

Meglio rinunciare a salamelle, salsicce e würstel vari e prediligere pollo, spiedini di tacchino, bistecca di vitello o manzo e soprattutto tante verdure!

In assenza di verdure grigliate, accompagna le pietanze con insalate fresche (magari evita l’insalata di patate… oltre a essere carboidrati ad alto indice glicemico, spesso le patate sono condite con maionese).

Vietate le bibite gassate di qualsiasi tipo e succhi di frutta zuccherati.

Bevi tanta acqua, per non fare la parte di quella che non beve, riempi un bicchiere di vino a metà e sorseggialo durante tutta la grigliata.

A fine pasto non farti tentare dal dessert… se proprio non resisti assaggiane solo una fettina oppure preferisci del gelato… magari alla frutta.

Se proprio non riesci a dire di no e vuoi goderti le tue grigliate al massimo, prenota subito il tuo benessere per il rientro dalle vacanze, clicca qui e contattaci

Ti aspettiamo
Team CSM

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto
Team Centro Sportivo Minusio

Mousse di cioccolato sana con avocado

Sei golosa ma sei sempre alla ricerca di una versione sana dei tuoi dolci preferiti?

Se ami la mousse di cioccolato, questo dessert dolce e cremoso ti piacerà di sicuro!

Ingredienti per due porzioni:
1 avocado
2 cucchiai di cacao in polvere
65 ml di latte di mandorla
2 cucchiai di sciroppo d’acero
una goccia di estratto di vaniglia
8 mandorle tritate o intere per guarnire

 

Preparazione:

1. Metti l’avocado, il cacao in polvere, il latte di mandorla, lo sciroppo d’acero e l’estratto di vaniglia nel frullatore e frulla fino ad ottenere un composto cremoso.

2. Se la mousse ti sembra troppo densa, aggiungi altri 2-3 cucchiai di latte di mandorla per ottenere una consistenza più leggera.

3. Metti la mousse nei vasetti e lascia in frigorifero per 1 ora. Decora con le mandorle tritate e… buon appetito!

Se vuoi puoi anche decorare il dessert con fettine di banana, lamponi o mirtilli. Deliziosa!

 

Buon appetito!

Team Centro Sportivo Minusio

Voglio dimagrire: da domani vado a correre!

Quante volte lo hai detto o l’hai fatto?Certamente in vista dell’estate, quando guardandoti nello specchio vedi rotolini che proprio non ti piacciono e il fastidioso effetto buccia d’arancia che ti impedisce di metterti una gonna senza pensieri.
In realtà, però, è sbagliato pensare che correre per ore e ore ogni settimana ti aiuti a migliorare l’elasticità della pelle e a tonificare i muscoli.
Nella maggioranza dei casi, anzi, gli inestetismi peggiorano e si ha una perdita evidente di tonicità, soprattutto su gambe, fianchi e glutei.Questo significa che correre non basta.
L’allenamento cardiovascolare migliora certamente l’efficienza circolatoria ma porta anche a una notevole disidratazione, soprattutto nel periodo estivo. Quindi, un altro aspetto fondamentale per migliorare gli inestetismi è bere il giusto quantitativo di acqua e, soprattutto, nel modo giusto. Il consiglio è di bere due litri di acqua al giorno, tenendo conto che con un’ora di corsa si può arrivare a perdere anche più di un litro di liquidi. Quando rientri dalla corsa prova a pesarti: se pesi un kg in meno rispetto al solito, vuol dire che devi reintegrare un litro d’acqua oltre al tuo fabbisogno giornaliero. Ricorda di dilazionare l’apporto di liquidi durante tutto l’arco della giornata. L’ideale è sorseggiare un po’ d’acqua ogni trenta minuti.
Purtroppo pensare che la corsa da sola aumenti la tonicità muscolare è una falsa speranza. Troppo spesso la bellezza viene associata alla magrezza estrema e per raggiungere lo scopo si riduce l’alimentazione al minimo indispensabile, magari privilegiando l’assunzione di verdure per sopperire all’appetito, limitando i carboidrati e assumendo proteine solo la sera (spesso in eccesso) per cercare di saziarsiLe tipiche abitudini alimentari che prevedono un regime ipocalorico portano a un progressivo peggioramento di quella che sembra ritenzione dovuta ad inestetismi della cellulite, ma in realtà è una perdita di tono muscolare causata da un’alimentazione fortemente carente che non apporta il giusto nutrimento alle cellule muscolari che, stressate, tendono a perdere turgore con un aumento dell’acqua extracellulare.

Spesso è l’enorme divario tra dispendio calorico e apporto energetico la vera causa della perdita di tonicità e dell’aumento della “pelle a buccia d’arancia”.

Ecco qualche consiglio per gestire al meglio l’alimentazione e contrastare la perdita di tonicità muscolare:

  1. Suddividi l’apporto calorico giornaliero in 5 o 6 pasti. Ai classici tre pasti principali aggiungi due spuntini come break di metà mattina e metà pomeriggio e, a seconda delle necessità, un terzo spuntino serale.
  2. Cerca di circoscrivere gli alimenti ad alto indice glicemico, come i dolci, solo alle occasioni conviviali nelle quali non puoi certo dire di no, evitandoli nel quotidiano, fatta eccezione per un momento “magico” che è quello dell’immediato post allenamento durante il quale il “dolcetto” non ti deve far venire alcun senso di colpa.
  3. Prediligi cibi integrali, soprattutto nel caso del pane. Il pane bianco infatti ha un elevatissimo indice glicemico.
  4. Nella dieta non devono mai mancare frutta e verdure, cibi ricchi di vitamine e sali minerali che aiutano a contrastare lo stress ossidativo generato dall’allenamento, dallo smog e dall’inquinamento. Ma attenzione: la frutta è comunque zuccherina e quindi va consumata, come tutti gli alimenti, con buon senso.
  5. Pesarti prima e dopo la corsa ti permetterà di avere ben chiara l’entità dei liquidi persi con l’allenamento ed essere in grado di calibrare in modo opportuno l’assunzione di acqua durante la giornata.
  6. Dilaziona l’introito proteico: mai condensare ingenti quantitativi di proteine in un unico pasto, bensì, a partire dalla colazione, passando per gli spuntini e i rimanenti pasti principali con l’assunzione di una congrua quota proteica. A fine giornata non avrai assunto proteine in eccesso e avrai garantito ai tuoi muscoli il giusto rifornimento di aminoacidi.
  7. Evita i grassi saturi, senza demonizzarli, ma dai spazio a un maggior consumo di acidi grassi mono e poli-insaturi.
  8. Limita i superalcolici, eliminandoli dalla tua quotidianità.
  9. Valuta, attraverso un professionista, la tua composizione corporea per predisporre un’alimentazione adeguata per il tuo corpo che garantisca tonicità e, soprattutto, le condizioni fisiche per correre divertendoti e senza intaccare la massa muscolare e peggiorare gli inestetismi.

Buon benessere

Team Centro Sportivo Minusio

*****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto
Team Centro Sportivo Minusio

Zuppa di pesce con riso Venere

Ecco una proposta gustosa e originale per stupire piacevolmente famigliari e ospiti nelle calde sere d’estate.

Perché mangiare sano non vuol dire mangiare cibi tristi e sempre uguali!

Provare per credere!

 

Ingredienti:
500 g di pomodori maturi tagliati a cubetti
una piccola cipolla tritata
uno spicchio d’aglio tritato
3 – 4 foglie di alloro fresco
una zucchina affettata
500 g di cannellini cotti (eventualmente in scatola)
2 kg di frutti di mare a piacere: gamberi, calamari affettati, vongole e cozze pulite
500 ml di brodo vegetale, un pizzico di zafferano

Preparazione:

Fai soffriggere la cipolla, l’aglio e le foglie di alloro con due cucchiai di olio d’oliva, per 5 minuti.

Aggiungi lo zafferano, il brodo e fai cuocere dolcemente, per 5 minuti.

Aggiungi i pomodori, insaporisci con sale e pepe, fai cuocere per altri 5 minuti e poi aggiungi la zucchina affettata e fai cuocere per 2 minuti.

Aggiungi i cannellini, mescola bene, fai cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo, salta i frutti di mare, un po’ alla volta, in una padella capace con due cucchiai d’olio.

Fai aprire le vongole e le cozze in una padella coprendole con un coperchio.

Metti i frutti di mare nella salsa e fai insaporire per altri 5 – 10 minuti.

Servi accompagnando con del riso Venere bollito precedentemente.

 

Buon appetito e alla prossima ricetta

Team Centro Sportivo Minusio

Scopri se anche tu fai uno di questi 5 errori che non ti fanno dimagrire

A che punto sei con la tua preparazione per la prova costume?

Siamo a luglio, ormai, con il caldo e le belle giornate, non c’è più modo di nascondere i punti critici.

Ti vedi fuori forma e inizi a pensare come fare per rimediare prima di partire per le vacanze e affrontare la famigerata prova costume (oppure hai già fatto la prima prova e vuoi una seconda chance…)

 

Con questo articolo ti descriviamo 5 errori (comuni) che non ti faranno perdere peso e modellare il tuo punto vita.

 

The black list: I 5 errori che non ti faranno dimagrire

1. Saltare i pasti e/o togliere i carboidrati

2. Assumere integratori – magici – e pillole per dimagrire

3. Acquistare creme magiche per la cellulite o impacchi puzzolenti

4. Corse quotidiane come se ti stessi preparando alla maratona di New York

5. Poche ore di sonno

Se ci tieni a cambiare il tuo punto vita, continua a leggere questo articolo: ti sveleremo come muovere i primi passi.

Con piccole modifiche del tuo stile di vita puoi tornare in forma e vivere la tua estate in armonia con il tuo corpo.

Pronta?

1. Evita come la peste le diete fai-da-te e quelle dei giornali. Perché ti faranno prima dimagrire, perdere tutta la tua tonicità. Poi, quando sarai stremata ed esausta e tornerai a mangiare, ingrasserai più di prima.

Saltare i pasti mette in crisi il tuo corpo, il tuo metabolismo. Lo vive come un momento di carestia, per cui trattiene il grasso dei tuoi cuscinetti come salvavita, mentre prende energia dai tuoi muscoli, portandoli allo sfinimento e riducendoli e diventi “molliccia”.

La soluzione: aumenta le quantità del cibo, fai 3 pasti principali colazione, pranzo, cena, integra 2 spuntini.

A ogni pasto OBBLIGHI il tuo corpo a lavorare per dividere i nutrienti, elaborarli, assimilarli ed eliminare ciò che non serve al tuo corpo. Questo ti permette di AUMENTARE IL TUO METABOLISMO.

Mangia carboidrati di qualità soprattutto nella prima parte della giornata, quando il tuo corpo ha bisogno di incamerare energia / benzina per far fronte agli impegni della giornata, per assicurarti un buon livello di concentrazione e per non accusare stanchezza.

I carboidrati di qualità sono:

patate (non fritte), farro, miglio, quinoa, pane integrale pasta ai cereali e/o integrale (se è meno lavorata la qualità è migliore), riso, legumi.

Frutta e verdura di stagione. Per la verdura assicurati almeno 3 colori diversi nel tuo piatto. Esempio carote, pomodori, finocchi (arancio, rosso, bianco). Per assicurarti la varietà dei benefici di cui ogni “colore” dispone.

Bianco: favoriscono la riduzione del colesterolo, ricche di potassio

Giallo arancio: ricchi di carotenoidi possono prevenire malattie degenerative come la SLA

Rosso: tutelano la salute del cuore

Verde: fonte preziosa di acido folico e ferro

Viola – Blu: antiossidanti

2. Evita tutto ciò che è chimico, la chimica alimentare invia dei messaggi alterati al tuo cervello riguardo il senso di sazietà (oltre a far male).

Come ad esempio il fruttosio contenuto nei dolcificanti artificiali e in moltissimi altri alimenti, controlla l’etichetta.

Il fruttosio sintetico inibisce i recettori della leptina, che è l’ormone che invia al tuo cervello il senso di sazietà.

Quindi, se i tuoi recettori indicano che hai bassi livelli di leptina, avrai la necessità di continuare a mangiare, mangiare e ti sentirai sempre affamata.

Più il cibo è fresco, sano, senza che l’industria alimentare abbia modificato la materia prima, più resti in salute e ti sentirai piena di energia…

Soluzione: quando hai il desiderio di qualcosa di dolce, mangia un frutto o una manciata di frutta a guscio (noci oppure mandorle).

Applica questi correttivi alla tua alimentazione e permetti al tuo corpo di disintossicarsi, lasciati sorprendere dalla capacità innata del tuo corpo di sistemare le cose.

3. Applicati i primi due consigli il tuo corpo ora può iniziare a eliminare le tossine accumulate, bevi ACQUA, non bere alcool né super alcolici, rovineresti tutto.

Per aiutare il tuo corpo a eliminare le tossine puoi effettuare la spazzolatura a secco, con la spazzola di Tampico. Stimolerai il sistema linfatico che eliminerà le tossine.

Le creme per la cellulite non hanno alcuna efficacia se prima non ripristini l’idratazione profonda dei tuoi tessuti mediante impacchi re-mineralizzanti ed ossigenanti, solo così l’applicazione della crema su giro vita, cosce, glutei e braccia potrà avere efficacia.

4. Inizia a muoverti, scegli un’attività che fai volentieri e non sia fonte di stress emotivo.

Che ti permetta un incremento graduale, per intenderci Pilates e stretching: ottime attività che non ti permettono di incrementare lo sforzo, quindi il dispendio calorico.

Se scegli un’attività all’aria aperta, inizia camminando per poi iniziare a correre alternando la camminata, sino ad arrivare a correre per un massimo di 20 / 30 minuti.

Con la bici, roller, stesso discorso: inizia per gradi, sia in termini di distanza, che di velocità, con la bici, procedi allo stesso modo anche con i dislivelli.

Oppure puoi iscriverti al nostro canale Youtube e seguire i nostri tutorial per allenarti a casa.

5. Riposati, perché quando sei stanca e stressata i tuoi livelli di cortisolo aumentano. 

Creando uno sbalzo nella tua “cascata ormonale” per cui il tuo corpo perde la capacità di autoregolazione e inizi ad avere una serie di sintomatologie come ad esempio una modifica del ciclo mestruale.

Sazietà e appetito, oltre che da processi mentali, sono regolati da due ormoni:
la leptina e la grelina.

La leptina regola il senso di sazietà, mentre la grelina stimola l’appetito quando il tuo corpo grida FAME-FAME-FAME… è la grelina la responsabile.

E reagiscono allo stress.

Quindi, se hai un livello di stress anche moderato, scegli attività che ti aiutano a rilassarti, in questo caso via libera a Pilates, oppure puoi fare un ciclo di massaggi rilassantilinfodrenaggi. Con questa tecnica avrai due benefici: stimoli il sistema linfatico eliminando le tossine e agirai sul sistema nervoso ottenendo una sensazione di totale rilassamento e benessere.

Cerca di dormire almeno 8 ore per notte per permettere al tuo corpo di recuperare le energie e mantenere il corpo in equilibrio.

Speriamo che tu abbia trovato utili questi suggerimenti e ti ricordiamo che mettendoli in pratica dopo SOLE 3 settimane il tuo punto vita e le tue gambe saranno migliorati.

E se vuoi iniziare ad allenarti con noi, compila il modulo di contatto per prenotare una consulenza presso la nostra palestra, o per richiedere un programma personalizzato da fare a casa in base alle tue esigenze specifiche!

A Presto,

Team Centro Sportivo Minusio

 

****************************

 

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio