Cellulite? Cancellala con un massaggio!

La terapia del massaggio per ridurre la cellulite.

Il massaggio anticellulite eseguito da un terapista ben preparato è un trattamento riconosciuto e provato dalla comunità scientifica.

Il massaggio professionale, infatti, stimolando la superficie della pelle, invia un segnale in profondità alle cellule (es: cellule adipose e fibroblasti) per provocare una risposta fisiologica (attivazione della produzione di collagene ed elastina o attivazione della lipolisi).

Per questo motivo, il massaggio anticellulite professionale funziona davvero, anche quando creme o diete non aiutano. Le tecniche utilizzate nel massaggio anticellulite agiscono sulle cellule adipose e le aiutano a distaccarsi dai tessuti e ad essere riassorbite in modo uniforme.

Il massaggio professionale viene eseguito localmente nelle zone colpite dalla cellulite; in particolare nelle parti del corpo che sono solitamente inclini a sviluppare la cellulite: i fianchi, le gambe, i glutei e l’addome.

Le nostre terapiste sono costantemente aggiornate e conoscono diverse manualità e tecniche anticellulite, per questo possono trattare diverse aree della pelle con una vasta gamma di applicazioni. Per prima cosa identificano il tipo di cellulite per poter praticare il giusto massaggio anticellulite. Questo passaggio è essenziale per determinare il protocollo e migliorare in modo positivo le disfunzioni del tessuto connettivo per ottenere i migliori risultati.

Le manipolazioni effettuate nel massaggio sono considerati quasi gli unici strumenti utili per combattere la cellulite.

Grazie alla tecnica di manipolazione, efficace per combattere gli inestetismi della cellulite, il massaggio consente di modellare la cellulite stessa, donando un aspetto migliore alle parti del corpo da trattare.

Inoltre, spesso è prevista alla fine del massaggio l’applicazione di una crema specifica anticellulite.

Il massaggio terapeutico ed estetico, comunque, farà riscontrare dei benefici tramite l’eliminazione dei liquidi e scorie in eccesso, favorendo anche una pelle liscia, riducendo visibilmente l’effetto “a buccia di arancia”.

Per maggiori informazioni, contattaci 091 743 45 58 o info@csm-minusio.ch

Sofia e Jacqueline, terapiste del Centro Sportivo Minusio

*************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

La terapia del massaggio migliora la circolazione sanguigna

 

Gli effetti a lungo termine della massoterapia sono più che profondi.

Una migliore circolazione sanguigna è parte della reazione a catena che si verifica nel corpo a seguito di un massaggio professionale. Questo beneficio è riscontrabile già dopo una singola seduta, ma è sicuramente più evidente in chi si sottopone regolarmente a un massaggio.

Una persona con cattiva circolazione può soffrire di una serie di disagi, tra cui l’accumulo di liquidi nelle estremità (come le dita dei piedi), mani e piedi freddi, affaticamento e dolori.

Una buona circolazione porta ai muscoli danneggiati e tesi il sangue ricco di ossigeno di cui hanno bisogno per funzionare bene e rigenerarsi.

Il massaggio facilita la circolazione perché la pressione creata dalla tecnica di massaggio sposta effettivamente il sangue attraverso le aree congestionate. Il rilascio di questa stessa pressione fa fluire il sangue nuovo.

Queste manualità migliorano la circolazione del fluido linfatico che trasporta i rifiuti metabolici lontano dai muscoli e dagli organi interni, con conseguente abbassamento della pressione sanguigna e miglioramento delle funzioni del corpo.

La migliore circolazione del sangue è solo uno dei numerosi vantaggi della terapia del massaggio.

Combinato con una dieta equilibrata e un regolare esercizio fisico, il massaggio può essere un potente alleato naturale per uno stile di vita più sano.

Ecco i benefici che risultano da un miglioramento della circolazione:

  • Migliora il flusso sanguigno
  • Abbassa naturalmente la pressione sanguigna
  • Migliora tutte le funzioni del corpo
  • Riduce i gonfiori e la sensazione di pesantezza

Informati sulla nostra offerta terapeutica, contattaci 091 743 45 58, le nostre terapiste Sofia e Jacqueline sono riconosciute dalla maggior parte delle casse malati.

A presto

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

 

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Donne e palestra… gioie o dolori?

Hai timore a sollevare i pesi?

Ti vedi i muscoli gonfi e quindi preferisci evitare la sala fitness?

Con questo articolo vogliamo spiegarti tutti i benefici dell’allenamento in palestra per le donne.

1) Sfatiamo immediatamente il mito: “se faccio i pesi divento grossa”!!!! Per sviluppare i muscoli come i bodybuilder bisogna fare allenamenti ad alta intensità: significa allenarsi con carichi altissimi e fare pochissime ripetizioni. Un esempio: squat fatto con 100 kg (sì, caricano davvero molto) e 5-6 ripetizioni.

I programmi per le donne vengono preparati con carichi molto minori e con molte più ripetizioni. Tonificare è diverso da sviluppare massa muscolare. Per sviluppare il tono dei muscoli bisogna lavorare intorno alle 10-12 ripetizioni con dei carichi medi.

Se riprendiamo l’esempio dello Squat, per una donna che desidera tonificare gambe e glutei sarà necessario fare 10 ripetizioni con un peso di 25 kg, il fatto di fare più ripetizioni non ti farà mai gonfiare i muscoli, ma porterà a tonificare le gambe grazie comunque al lavoro meccanico.

2) Le donne sono più predisposte all’osteoporosi, il lavoro con i pesi aiuta a prevenire questa patologia, poiché il lavoro con carico, ha un effetto positivo sull’apporto di minerali alle ossa.

3) Alza il tuo metabolismo e brucia grassi naturalmente! Certo ragazze, andando a stimolare i muscoli, il corpo comincerà a bruciare più calorie visto che la massa magra (l’insieme di tutti i muscoli) aumenterà e di conseguenza anche il metabolismo di base sarà più alto. Grazie alla costanza negli allenamenti e all’alimentazione equilibrata causerai un dimagrimento naturale anche stando ferma!

4) Addio cellulite e inestetismi della pelle: sviluppando il tono muscolare, diminuisci lo strato di grasso tra la pelle e il muscolo e quindi vedrai le gambe e i glutei più tonici, la pelle tirata e la cellulite diminuire! Infatti a provocare la cellulite e tutti i buchi, è quel grasso accumulato sotto la tua pelle, se sviluppi il muscolo avrai una migliore circolazione e tutto più tonico. Ripetiamo: non significa diventare body builder con muscoli esposti ma solo sviluppare il tono muscolare rassodando le zone “critiche”.

Speriamo di averti tolto ogni dubbio che ti tiene lontana dalla palestra, noi ti consigliamo di provare per credere, leggi le nostre testimonianze, dove parliamo di molte clienti donne che hanno ottenuto ottimi risultati e si sentono molto bene grazie all’allenamento con i pesi.

Per qualsiasi domanda contattaci, i nostri istruttori sono sempre a disposizione!

Continua a seguirci, per consigli utili.

Per il tuo allenamento personalizzato, contattaci 091 743 45 58 o http://csm-minusio.ch/contatto

Ti aspettiamo

Team Centro Sportivo Minusio
*********************************************
Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Come perdere la cellulite sui glutei?

Oggi ci concentreremo su qualcosa che ci riguarda tutte le donne: la cellulite!

E più in particolare in questo articolo, la cellulite sui glutei.

Se vuoi evitare l’antiestetica buccia d’arancia a livello del tuo lato B, segui i nostri consigli per perdere definitivamente la cellulite sui glutei.

  1. Per perdere la cellulite sui glutei, pensa alla tua dieta!

Eh sì, la perdita di peso attraverso una dieta riequilibrante è uno dei modi efficaci per affinare la silhouette e combattere la cellulite nei glutei.

Quindi, per le tue giornate, ecco cosa mettere a fuoco:

Bere molto: da 1,5 a 2 litri di acqua o tisane, magari a base di erbe che favoriscono il drenaggio dei liquidi, come betulla e tarassaco.

Scegli le fibre di cereali integrali, verdure verdi e frutta.

Riduci al minimo il sale che promuove la ritenzione idrica.

  1. Per perdere la cellulite sui glutei, pensa a fare attività sportiva!

Muoversi è un buon modo per perdere peso e la giusta attività è fondamentale per aiutare a ridurre la cellulite sui glutei. Camminare a passo svelto e in salita, per esempio, è molto utile per combattere la cellulite e ridisegnare il tuo corpo, specialmente i glutei.

Ci sono anche altre attività che migliorano l’aspetto a buccia d’arancia, come fare allenamento con i pesi mirato: ad esempio, gli squat sono un ottimo modo per rinforzare glutei in profondità.

Per essere sicura di fare esercizi davvero utili per combattere la cellulite, è fondamentale rivolgerti ad un istruttore qualificato, che ti sappia consigliare sugli esercizi più adatti a te e al tuo particolare tipo di cellulite.

  1. Per perdere la cellulite sui glutei, pensa ad attivare la circolazione!

Come stimolare la circolazione? È possibile consumare prodotti come semi di girasole o zenzero, noti per le loro proprietà stimolanti per il sistema sanguigno, così come i frutti rossi (ribes nero, fragole, ribes…) anguria, salmone o avocado, ricchi di acidi grassi Omega 3 e Omega 6.

Sostituisci il pepe con spezie come la curcuma e il pepe di cayenna per stimolare la circolazione sanguigna e favorire il drenaggio delle tossine .

Puoi anche alzare le gambe quando sei seduta o sdraiata, per stimolare la circolazione sanguigna.

  1. E infine, per perdere la cellulite sui glutei, rassodare i tessuti e attivare la circolazione e il sistema linfatico, fai un ciclo di massaggi mirati!

Il massaggio manuale specifico anti-cellulite fornisce la soluzione ideale per combattere la cellulite, con la sua azione stimolante sul flusso sanguigno e sulla circolazione linfatica.

 

A seconda del tipo di pelle e dello stadio della cellulite, una combinazione di manualità come  l’impastamento profondo, il massaggio “destrutturante”, per smuovere le tossine imprigionate tra le cellule, associati a un drenaggio che libera dai liquidi in eccesso, provoca una visibile riduzione della cellulite.

Pianificazione di massaggi.

Generalmente, sono necessarie almeno 10/12 sessioni di massaggio per ottenere un risultato significativo, eseguite da una a due volte alla settimana, senza lasciare più di 2 settimane senza massaggi.

Le prime sedute a volte possono essere dolorose quando la cellulite è ad uno stadio avanzato, ma il massaggio porta un grande beneficio, e si sente subito la pelle più vitale e ossigenata.

Contattaci per pianificare un ciclo di massaggi con le nostre terapiste riconosciute dalle casse malati 091 743 45 58, oppure prenota subito il nostro PROGRAMMA ADDIOCELL@CSM, clicca e scopri di più

Buon benessere!

Team Centro Sportivo Minusio

**************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

I benefici del drenaggio linfatico manuale

Dentro di noi c’è un sistema silenzioso che lavora per mantenerci sani: il sistema linfatico.

Senza di esso i nostri corpi si gonfierebbero come palloncini, inondando i nostri tessuti di liquido stagnante.

L’impatto del sistema linfatico è così ampio che molti non si rendono nemmeno conto che dolori, cali di energia o suscettibilità al raffreddore e all’influenza possono essere dovuti a un sistema linfatico pigro e a un sistema immunitario compromesso.

Il massaggio linfatico è una forma delicata e leggera che favorisce il flusso linfatico. Si basa su movimenti leggeri, ritmici e costanti, che toccano solo la pelle, con una pressione molto delicata.

A differenza del sangue, la linfa non viene pompata dal cuore, muovendosi lentamente a causa della stimolazione delle contrazioni muscolari. La linfa è un liquido biancastro che scorre in tutto il nostro corpo all’interno dei vasi linfatici, raccogliendo rifiuti e tossine che non possono essere assorbiti attraverso i vasi sanguigni capillari. In alcuni punti, chiamati linfonodi, la linfa viene pulita.

Grazie a questa azione di attivazione del sistema linfatico, il linfodrenaggio ha numerosi benefici per la salute, eccone alcuni:

  1. Cellulite. La cellulite diventa visibile quando i depositi di grasso comprimono i vasi linfatici, rendendo difficile il flusso linfatico. Se l’intervento non è rapido, il tessuto si riempie di liquidi e tossine e i depositi di grasso tendono a diventare sofferenti, fino a manifestare il classico aspetto a “buccia d’arancia”. Quando la cellulite è nei suoi stadi iniziali, è più facile attivare il deflusso delle tossine accumulate e migliorare visibilmente il problema. Normalmente, tre mesi sono sufficienti per ottenere risultati soddisfacenti.
  2. Piedi gonfi, gambe pesanti ed edematose. La linfa scorre dalla periferia degli arti verso il centro del corpo. Quando, per qualsiasi motivo, questo percorso viene interrotto, la linfa tende a scendere verso il basso a causa dell’azione della gravità che impregna i tessuti dei piedi e causa gonfiore. Il linfodrenaggio aiuta la linfa a completare il suo percorso e defluire dagli arti inferiori. In 3-4 settimane si possono vedere grandi miglioramenti.
  3. Gravidanza e sindrome premestruale. Il drenaggio è molto efficace in entrambi i casi, ma come metodo preventivo. I cambiamenti ormonali durante la gravidanza determinano la ritenzione idrica e una diminuzione del tono delle vene e dei vasi linfatici. Il drenaggio può iniziare a partire dal terzo mese di gravidanza e protrarsi fino al parto e oltre. È anche efficace contro il gonfiore sperimentato da molte donne pochi giorni prima delle mestruazioni. In questo caso, il massaggio viene effettuato immediatamente dopo la fine del ciclo per almeno una settimana.
  4. Cicatrici.Se durante il processo di cicatrizzazione di una ferita il liquido interstiziale si accumula formando un edema, si forma una cicatrice ipertrofica (cheloide). Il linfodrenaggio ha un effetto benefico sulle cicatrici, perché attiva i linfociti, coinvolti nella ricostruzione del tessuto.
  5. Acne e couperose. Nell’acne, la pelle è infiammata, accompagnata generalmente da liquido trattenuto tra le cellule. L’effetto depurativo e drenante di questa tecnica diminuisce gradualmente l’infiammazione e gli edemi, favorendo una cura più rapida. La couperose è dovuta ad un’alterazione della circolazione periferica del viso, specialmente su guance, naso e mento. Col tempo, l’arrossamento diventa permanente, accompagnato dalle antiestetiche “venuzze”. Se la condizione è nella fase iniziale, il drenaggio linfatico può risolverlo, ma se è a uno stadio avanzato, migliora solo l’aspetto attenuando i sintomi della pelle.
  6. Interventi chirurgici.Il drenaggio linfatico è efficace per liberarsi di edemi ed ematomi e aumentare la rigenerazione dei tessuti dopo un intervento chirurgico, favorisce l’eliminazione dei liquidi e delle tossine dal corpo, stimolando la capacità delle cellule di rigenerare e riparare i tessuti.

Il massaggio linfatico è una tecnica terapeutica unica. Anche il suo scopo principale è abbastanza diverso dalla maggior parte delle altre tipologie di massaggio. La maggior parte delle tecniche di terapia manuale mira a stimolare i muscoli del corpo. Tuttavia, la tecnica di massaggio linfatico punta specificamente a disintossicare il corpo.

Lo scopo di questa tecnica di terapia di massaggio è di manipolare il corpo e incoraggiarlo a muovere i fluidi attraverso i suoi muscoli e tessuti.

Questo fa sì che varie tossine immagazzinate nei tessuti si spostino.

Di conseguenza, tutto l’organismo ottiene grandi benefici e anche un notevole impulso ai livelli energetici globali.

Se soffri di gonfiori e cellulite, se vuoi attivare il tuo sistema immunitario e disintossicare il tuo organismo, oppure vuoi velocizzare la ripresa dopo un infortunio o un intervento chirurgico, ti consigliamo di fare un ciclo di sedute di linfodrenaggio con le nostre terapiste (riconosciute dalla maggior parte delle casse malati complementari).

Per informazioni e prenotazioni chiama 091 743 45 58, ti aspettiamo!

Team Centro Sportivo Minusio

*****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Quanta acqua dovresti bere ogni giorno?

L’acqua è essenziale per una buona salute, ma i bisogni variano da individuo a individuo. 

Queste linee guida possono aiutarti a capire qual è il tuo fabbisogno.

Quanta acqua dovresti bere ogni giorno? È una domanda semplice, ma senza una risposta facile.

Gli studi hanno prodotto varie raccomandazioni nel corso degli anni. Ma i tuoi bisogni individuali di acqua dipendono da molti fattori, tra cui la tua salute, quanto sei attivo e dove vivi.

Non esiste una formula adatta a tutti. Ma sapere di più sul fabbisogno di liquidi del tuo corpo ti aiuterà a stimare quanta acqua bere ogni giorno.

Benefici dell’acqua sulla salute 

L’acqua è la componente chimica principale del tuo corpo e costituisce circa il 60 % del tuo peso corporeo.

Il tuo corpo dipende dall’acqua per sopravvivere.

Ogni cellula, tessuto e organo nel tuo corpo ha bisogno dell’acqua per funzionare correttamente. Ad esempio, l’acqua:

  • Elimina i rifiuti attraverso la minzione, il sudore e i movimenti intestinali
  • Mantiene la temperatura corporea normale
  • Lubrifica e ammortizza le articolazioni
  • Protegge i tessuti sensibili

La mancanza di acqua può portare alla disidratazione, una condizione che si verifica quando non si ha abbastanza acqua nel corpo per svolgere le normali funzioni. Anche una lieve disidratazione può scaricare la tua energia e renderti stanco.

Di quanta acqua hai bisogno?

Ogni giorno perdi acqua attraverso il respiro, il sudore, l’urina e i movimenti intestinali. Affinché il tuo corpo funzioni correttamente, devi garantire il suo approvvigionamento idrico consumando bevande e alimenti che contengono acqua.

Quindi, di quanti liquidi ha bisogno un adulto sano e medio in un clima temperato?

Le Accademie Nazionali di Scienze, Ingegneria e Medicina hanno stabilito che un’adeguata assunzione giornaliera di liquidi è:

  • Circa 15,5 bicchieri (3,7 litri) di liquidi per uomo
  • Circa 11,5 bicchieri (2,7 litri) di liquidi al giorno per le donne

Queste raccomandazioni riguardano i liquidi da assumere bevendo, altri liquidi li assimiliamo dal cibo. Circa il 20 percento dell’apporto di liquidi giornaliero di solito proviene dal cibo e il resto dalle bevande.

Probabilmente hai sentito il consiglio: “Bevi otto bicchieri d’acqua al giorno”. È facile da ricordare ed è un obiettivo ragionevole.

Le persone più sane possono rimanere idratate bevendo acqua e altri liquidi ogni volta che hanno sete. Per alcune persone, potrebbero essere sufficienti meno di otto bicchieri al giorno. Ma altre persone potrebbero averne bisogno di più.

Fattori che influenzano il fabbisogno idrico

Potrebbe essere necessario modificare l’assunzione totale di liquidi in base a diversi fattori:

  • Se fai attività che ti fanno sudare, devi bere acqua extra per coprire la perdita di liquidi. È importante bere acqua prima, durante e dopo un allenamento. Se l’attività fisica è intensa e dura più di un’ora, una bevanda sportiva può restituire i minerali nel sangue (elettroliti) persi attraverso il sudore.
  • Il clima caldo o umido può farti sudare e richiede un ulteriore apporto di liquidi. La disidratazione può anche avvenire in alta quota.
  • Salute generale. Il tuo corpo perde liquidi quando hai la febbre, vomito o dissenteria. In questo caso bevi più acqua o segui le raccomandazioni di un medico per bere soluzioni per reidratazione orali. Altre condizioni che potrebbero richiedere un maggiore apporto di liquidi includono infezioni della vescica e calcoli delle vie urinarie.
  • Gravidanza o allattamento. Le donne in gravidanza o in allattamento necessitano di liquidi aggiuntivi per rimanere idratate. Si raccomanda alle donne incinte di bere circa 10 tazze (2,4 litri) di liquidi al giorno e le donne che allattano consumano circa 13 tazze (3,1 litri) di liquidi al giorno.

Oltre il rubinetto: altre fonti d’acqua

Non devi fare affidamento solo su ciò che bevi per soddisfare i tuoi bisogni fluidi. Quello che mangi fornisce anche una porzione significativa. Ad esempio, molti tipi di frutta e verdura, come anguria e spinaci, sono molto ricchi di acqua (quasi il 100% del loro peso).

Inoltre, bevande come caffè, succhi e tisane sono composte per lo più di acqua e possono contribuire al consumo giornaliero di acqua.

L’acqua è comunque la soluzione migliore perché è priva di calorie, poco costosa e prontamente disponibile.

Le bevande per lo sport dovrebbero essere utilizzate solo quando ti alleni intensamente per più di un’ora. Queste bevande aiutano a restituire gli elettroliti persi attraverso la sudorazione e lo zucchero necessario per l’energia durante periodi più lunghi di esercizio.

Le bevande energetiche sono diverse dalle bevande sportive. Le bevande energetiche generalmente non sono formulate per far recuperare i sali minerali. Queste bevande di solito contengono anche grandi quantità di caffeina o altri stimolanti, zucchero e altri additivi.

Valuta la tua idratazione.

L’assunzione di liquidi è probabilmente adeguata se:

  • Raramente hai sete
  • La tua urina è incolore o giallo chiaro

Un medico o un dietista può aiutarti a determinare la quantità di acqua adatta a te ogni giorno.

Per prevenire la disidratazione e assicurarti che il tuo corpo abbia i liquidi di cui ha bisogno, trasforma l’acqua nella tua bevanda preferita.

Altri consigli:

  • Bevi un bicchiere d’acqua o altra bevanda senza calorie o ipocalorica a ogni pasto e tra ogni pasto.
  • Bevi acqua prima, durante e dopo l’esercizio fisico.
  • Bevi acqua se ti senti affamato. La sete viene spesso confusa con la fame.

Anche se non è una condizione comune, è possibile anche bere troppa acqua. Quando i reni non riescono a eliminare l’acqua in eccesso, il contenuto di sodio del sangue viene diluito – (iponatriemia) – che può essere pericolosa per la vita.

In generale, tuttavia, bere troppa acqua è raro negli adulti sani che seguono una dieta di tipo mediterraneo.

Buon benessere!

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Cattive abitudini? Nel 2018 abbandonale e pensa al tuo benessere!

E’ già passato oltre un mese dall’inizio dell’anno e… a che punto sei con i nuovi propositi?
Un disastro su tutta la linea?
Eppure un mese fa eri carica, motivata e propositiva… e avevi la certezza che nei 12 mesi a venire avresti raggiunto tutti i tuoi obiettivi.
Non hai nemmeno iniziato?
Non ti scoraggiare e approfitta di questo “refresh” per rimetterti in carreggiata e trasformare il 2018 nel TUO anno del BENESSERE.
Se ti sembra troppo pensare ai chili che devi perdere o alle volte che ti devi allenare in palestra, o ai sacrifici che devi fare a tavola, inizia in maniera più soft e guarda le cose da un altro punto di vista. Quale? Semplice! Pensa alle cattive abitudini che vuoi/devi abbandonare e che già potrebbero aiutarti a modificare in positivo il tuo stile di vita.

Ecco alcune cattive abitudini che devi perdere nel 2018:

Premi il tasto “Interrompi”

Vorresti avere più tempo a disposizione per te stessa? Prenditelo! E’ giusto pensare anche a te stessa e non solo agli altri, al dovere, a quello che DEVI fare. Spesso lo dimentichi, ma DEVI anche PENSARE A TE. Quindi, premi il tasto “interrompi” e organizzati in modo da ritagliare il giusto tempo per te. La prossima volta che al mattino suona la sveglia, prova ad alzarti subito invece di rimandare. Probabilmente riuscirai a fare più cose senza compromettere la qualità del sonno e ti sentirai più energica e vitale.

Smetti di controllare il cellulare di continuo

E’ impressionante il tempo che i social e gli smartphone ci fanno perdere. Cerca di focalizzarti maggiormente sulle persone e sui posti che hai di fronte. Fai uno sforzo, metti giù il telefono e prendi nota di quello che succede intorno a te nella vita reale!

Spezza le abitudini

Fare la stessa cosa di continuo può essere limitante, per non dire noioso! Anche nell’allenamento! Ripeterlo ogni settimana significa che forse non stai mettendo alla prova te stessa e il tuo corpo, il che significa che potresti non vedere i risultati dai tuoi allenamenti. Prova qualcosa di nuovo, stravolgi le tue abitudini!

Metti la salute al primo posto

Spesso capita che, presa come sei dalle incombenze quotidiane, metti sempre il tuo benessere all’ultimo posto. Stravolgi anche questa abitudine! Trova del tempo tra i tuoi impegni per allenarti e curare il tuo stile alimentare e non rinunciare facilmente a questo appuntamento con il tuo benessere. Se ti senti stressata, prenditi del tempo per te stessa.

Smetti di vergognarti del tuo corpo

Molte donne si sentono insicure del proprio corpo: è ora di smettere di vergognarti di cellulite e smagliature. Come ti senti dentro è molto più importante! Non lasciarti influenzare dai modelli che vedi sui social, smetti di desiderare di essere come non sei e non sarai mai. Pensa solo a stare bene, al tuo benessere, alla tua salute e tutto il resto verrà da se!

Rinuncia a tutte quelle piccole cose che ti fanno solo male

Parlando più nello specifico di piccoli aiuti per perdere peso, non pensare a prendere la pillola magica che ti farà venire il fisico che ti fa stare bene, pensa piuttosto ad abbandonare tutte quei vizi che non fanno che peggiorare la situazione: smetti di fumare (o almeno riduci il numero di sigarette ogni giorno), togli le bevande zuccherate dalla dispensa e dal frigorifero, riduci il consumo di zuccheri semplici, anche solo evitando di aggiungere lo zucchero al tè, al latte o al caffè, rinunciando alle caramelle che consumi durante il giorno, al cioccolatino dopo il pasto…

Alcune di queste cattive abitudini sono difficili da perdere ma se davvero vuoi cambiare e migliorare la tua salute, puoi farcela! Pensa positivo e procedi per piccoli passi!

Se vuoi un aiuto, contattaci 091 743 45 58 o info@csm-minusio.ch

Ti aspettiamo

Buon benessere!

Team Centro Sportivo Minusio

***************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Depurati con le tisane detossinanti

Le tisane depurative sono preparati a base di erbe e vengono realizzate con infusi di erbe in acqua calda, filtrando in seguito il preparato. La loro consumazione ha diversi benefici, ma il principale è senza dubbio quello di depurare l’organismo da liquidi e scorie in eccesso: in base al tipo di pianta che si utilizza, l’effetto della tisana avrà effetti diversi su riposo notturno, sullo stress, sul metabolismo, effetto brucia grassi, sulla digestione ecc.

Questo tipo di infusi sono anche molto indicati per favorire la circolazione ed eliminare la stanchezza alle gambe e per depurare pelle, fegato e reni.

Se vuoi cominciare un percorso detox è necessario seguire un’alimentazione sana e bilanciata a base di frutta e verdura, bere tanta acqua e fare attività fisica, senza dimenticare che in questo caso le tisane possono essere un valido aiuto nel processo di depurazione dell’organismo. Ci sono, infatti, diverse erbe che, grazie alle loro proprietà benefiche permettono di depurare il nostro corpo.

Le tisane sono uno dei metodi migliori per depurare l’organismo oltre, naturalmente, ad essere utili contro altri disturbi, basta solo sapere quali erbe usare nel caso specifico.

Oggi ti consigliamo due tisane drenanti, ideali nel periodo delle feste:

Tisana sgonfiante ai semi di finocchio

Se il tuo problema è il gonfiore addominale, quello che fa per te sono i semi di finocchio, ideali per sgonfiare l’addome; con i semi di finocchio prepara un decotto, unendo i semi all’acqua e fai bollire il tutto, poi lascia bollire per una decina di minuti, filtra e bevi, volendo è possibile dolcificare con un cucchiaino di miele naturale. Per potenziare l’effetto unisci ai semi di finocchio anche dei semi di aneto e di anice verde.

Tisana digestiva alla liquirizia, finocchietto e arancia

Se sei tormentata dalla cattiva digestione, una tisana a base di liquiriziafinocchietto e scorza d’arancia ti sarà utile; fai bollire l’acqua e versa la miscela in una tazza d’acqua bollente, fai riposare il tutto, filtra e dolcifica con mezzo cucchiaino di miele.

Scopri i nostri trattamenti estetici detossinanti e i nostri linfodrenaggi manuali eseguiti da terapiste riconosciute dalle casse malati, contattaci, clicca qui

A presto e buon benessere

Team Centro Sportivo Minusio

*****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Sei a corto di motivazione?

“La motivazione è ciò che ti fa iniziare, la routine è ciò che ti fa continuare”

Parlando di fitness, attività fisica, obiettivi, alimentazione, la parola motivazione è ricorrente.

Diciamo che la motivazione è il LA, lo stimolo che ti fa iniziare e ti spinge ad avviare il tuo percorso verso uno stile di vita più sano.

Motivazione è comprare outfit nuovi per allenarti, riempire il frigo di alimenti sani e iscriverti in palestra. Motivazione è quella conversazione tra te e la tua amica durante la quale vi promettete a vicenda di iniziare e mettercela tutta per raggiungere il tuo obiettivo.

Insomma, la motivazione è l’entusiasmo iniziale.

Poi, però, la realtà fa capolino. Dopo una lunga giornata di lavoro, i mille impegni, la stanchezza, la pioggia, vorresti soltanto sdraiarti sul divano a poltrire.

Purtroppo, qualsiasi sia il motivo, ci sarà sempre un momento in cui la tua motivazione vacillerà e la realtà della vita quotidiana prenderà il sopravvento. Il fatto è che poi trovare la volontà per alzarti ed allenarti sarà sempre più difficile. In particolare se hai un obiettivo difficile da raggiungere, che desideri fortemente ma che non è cosi immediato.

Quindi, come restare motivata e continuare ad allenarti?

Lo sapevi che il 50% delle persone che iniziano ad allenarsi in palestra abbandonano dopo le prime tre settimane?

Purtroppo la sola motivazione non basta. E’ importante creare delle vere e proprie abitudini che ti spingano ad allenarti comunque e a rispettare il tuo piano alimentare anche quando la motivazione e la volontà vacillano.

3 regole per non mollare

1. Procedi per gradi

Spesso, presi dall’entusiasmo della motivazione, si tende ad apportare troppi cambiamenti al proprio stile di vita nello stesso momento. Il rischio è l’abbandono. In particolare se hai un obiettivo molto ambizioso e fatichi a vedere i risultati. Anche perché in genere pensi – erroneamente – che ci vorrà poco a raggiungerlo.

Il trucco sta nell’iniziare con uno o due piccoli cambiamenti alla volta: quando senti che questi iniziano a far parte della tua routine giornaliera, puoi provare a cambiare anche qualcos’altro.

Ad esempio, se l’esercizio fisico non fa parte della tua routine settimanale, inizia ad andare a camminare una o due volte alla settimana. Non appena questa abitudine sarà entrata a far parte della tua vita, puoi pensare di iscriverti in palestra.

Quando hai iniziato ad allenarti e riesci a mantenere una certa costanza, puoi metterti a pensare anche all’alimentazione. Anche in questo caso, non partire subito a mille. Fai un’analisi della tua dieta giornaliera e inizia a eliminare tutto il superfluo e a ridurre le porzioni. Otterrai buoni risultati anche cosi. Una volta che queste saranno diventate abitudini, pensa ad un programma alimentare studiato da un professionista.

Non cercare di affrettare le cose e fare tutto in una volta sola, perché potrebbe risultare difficile mantenere tutti i cambiamenti all’inizio, rischi di stufarti e mandare tutto all’aria.

 2. Non avere fretta

“Roma non è stata costruita in un giorno”. La stessa cosa vale per il tuo corpo! Alle volte le cattive abitudini richiedono tempo per essere sradicate, quindi è importante che durante il processo tu sia gentile con te stessa. Se hai una settimana storta, non c’è nulla di male! Piuttosto che focalizzarti su ciò che hai fatto di sbagliato, concentrati su quello che puoi migliorare nella settimana seguente. Inoltre non pensare che basti poco per cambiare. Se hai protratto a lungo le cattive abitudini, ci vorrà almeno lo stesso tempo per vedere un miglioramento sul tuo corpo. Se sei stata in sovrappeso per 5 anni, non puoi pretendere di ritrovarti con un corpo perfetto in 1 mese.

Questo sottolinea inoltre l’importanza di stabilire degli obiettivi realistici. Se ti metti sotto troppa pressione, potresti sentirti demoralizzata, specialmente se i tuoi sforzi non vengono ripagati. Il trucco sta non nel mirare alla perfezione, ma piuttosto puntare all’equilibrio, a stare e sentirti bene con te stessa. Puoi farcela!

Seguire uno stile di vita più sano sarà certamente impegnativo e ci saranno alti e bassi. Ricorda che è quello che fai quando la motivazione inizia a scarseggiare che conta davvero!

Inizia senza avere fretta e punta a seguire un nuovo stile di vita che sarai felice di seguire nel lungo termine. E cosa più importante, sii gentile con te stessa e goditi il viaggio.

3. Resisti

Capita che non hai voglia di fare nulla, tanto meno allenarti. Anche se non vi è nulla di male a concedersi un giorno di riposo e ad imparare a riconoscere i segnali per cui sarebbe meglio non allenarti, cerca di non farla diventare un’abitudine e di non allenarti soltanto perché “non te la senti”. Una delle cose migliori dell’esercizio fisico è che rilascia le endorfine, gli ormoni del buonumore e per questo, il più delle volte dopo un allenamento, ti sentirai meglio.

Quante volte hai sentito dire “Caspita, rimpiango proprio di essermi allenata!” oppure “Non avevo voglia di allenarmi, eppure adesso mi sento cosi bene!”. Il più delle volte funziona proprio cosi. Nei momenti più inaspettati vedrai performance migliori.

Se ti senti giù di morale o arrabbiata, potresti sorprenderti nel vedere quanto possa essere terapeutico un allenamento. Se ti alleni anche quando “non te la senti”, l’esercizio fisico diventerà un elemento imprescindibile della tua vita, non potrai più farne a meno!

Quindi, sfrutta l’entusiasmo della motivazione e inizia a cambiare il tuo stile di vita rendendolo più attivo, sano, equilibrato, e poi fai diventare l’allenamento una routine alla quale non puoi rinunciare! Noi ti aiuteremo, assistendoti nel tuo cambiamento, continuando a fornirti gli stimoli che ti occorrono per non mollare.

Contattaci 091 743 45 58 o clicca qui e compila il modulo di contatto

Ti aspettiamo

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio

Perché ogni lunedì peso 2 chili in più?

Ogni maledetto lunedì mattina è sempre la stessa storia.

Non basta che il weekend è già solo un ricordo lontano e la sveglia suona imperterrita a un orario alquanto improbabile.

Non basta che il freddo ti fa venire una gran voglia di stare tutto il giorno sotto le coperte.

Non basta che sai già che al lavoro ti aspetta una giornata infernale, perché si sa che al lunedì ci sono congiunture astrali sempre e comunque avverse.

No, ci si mette anche lei. Quella stramaledettissima, odiatissima… bilancia!!!!!

Ma tu persisti. Anche se sai bene che non fai che peggiorare la situazione. Anche se sai bene che durante il weekend cosi attenta alla tua alimentazione non ci sei stata e quindi sai già quale sarà l’esito della tua ostinazione che ti spinge comunque a pesarti, ogni lunedì mattina.

Fuori è ancora buio (ma magari pensi che visto che ti svegli cosi presto forse peserai un pochino meno), gli occhi ti si aprono appena perché muori di sonno ma…

NO. Non è possibile. Forse non ci vedo bene, meglio lavarsi gli occhi…

Eppure il numero impresso sul display in digitale è proprio quello. E non è quello che desideravi.

Ufffffaaaaaaaa!

Va bene, ammettilo. Qualche sgarro questo fine settimana te lo sei concessa. Un biscottino qui, un cioccolatino là. Un piatto di pasta più abbondante del solito, oppure una pizza sabato sera? E un aperitivo con gli amici? Oppure un dolcetto per allietare la fine del pasto. Però, non è che ti sei mangiata un bue…

Hai mai sentito parlare di ritenzione idrica? Di liquidi trattenuti?

Certamente si, anzi, forse qualche volte l’hai anche utilizzata come scusa per giustificare un peso sulla bilancia davvero troppo elevato, soprattutto a fronte di tutti i sacrifici che stai facendo (sgarri del fine settimana a parte) oppure l’hai odiata con tutta te stessa per aver fatto comparire sulle tue gambe quella maledetta cellulite. E poi avrai cercato di eliminarla con un centrifugato disintossicante o con integratori e rimedi naturali detossinanti e drenanti.

Non dimenticare poi, che se sei abituata a mangiare pochi carboidrati per tutta la settimana, per poi reintrodurli nel weekend, è facile che ti sembra di aver perso peso e di riprenderlo immediatamente. Questo avviene perché non assumendoli il tuo corpo li attinge dalle riserve, cioè dal glicogeno muscolare ed epatico, e perdi quel peso. Al glicogeno si lega parecchia acqua: se elimini uno, elimini anche l’altra, e perdi anche quel peso. Quando  reintroduci i carboidrati, avviene un ripristino immediato delle riserve di glicogeno e dell’acqua a lui legata e, essendo il muscolo e il fegato più ricettivi dopo la privazione, recuperi zuccheri e acqua con gli interessi. Quello che a te appare sulla bilancia è che se li togli il peso scende e se li inserisci il peso sale, ma il peso che si muove non riguarda il grasso.

Quando fai attività fisica o segui un programma alimentare, può essere difficile determinare che cosa stai perdendo o mettendo su. Le continue variazioni di peso spesso, però , ti mortificano. In particolare se ti pesi su una comune bilancia, che valuta esclusivamente il tuo peso. Forse ti stai chiedendo che cosa sia la ritenzione idrica e come puoi fermarla, insieme a quell’odioso senso di gonfiore che ti tormenta. Per prima cosa è bene capire di cosa si tratta, solo cosi riuscirai a sconfiggerla!

Quindi, cos’è la ritenzione idrica?

In parole semplici con ritenzione idrica si intendono i liquidi (in particolare acqua) che si formano nei tessuti del tuo corpo. Talvolta ciò accade solo in determinate parti del corpo, oppure nella sua interezza.

Alcuni sintomi comuni della ritenzione idrica sono:

  • Gonfiori o edemi (in particolare delle mani, dei piedi, delle caviglie e delle gambe)
  • Inspiegabili fluttuazioni di peso anche in breve tempo
  • Dolore o rigidità dell’area interessata

Quali sono le cause della ritenzione idrica?

Prima di spiegare le cause è bene specificare che ci sono vari motivi per cui il tuo corpo potrebbe trattenere troppa acqua. Mentre alcune di queste cause possono essere trattate facilmente, se si tratta di un disturbo severo è bene consultare un medico. Oggi parliamo di quei fattori relativi allo stile di vita che possono causare ritenzione idrica e dei semplici accorgimenti da adottare per ridurla.

Stai in piedi o seduta per lunghi periodi 

Prova a tornare indietro con la mente alle tue prime lezioni di scienze, quando ti hanno spiegato la forza di gravità. Come sai, la gravità è quella forza che attrae tutto verso la terra, incluso il nostro corpo. Se stai in piedi o seduta per troppo tempo, la forza di gravità spinge i liquidi verso le gambe e i piedi che, di conseguenza, si gonfiano.

Se sei costretta a stare in piedi per ore, è una buona idea muoverti il più possibile durante il giorno. Il movimento migliora la circolazione, che aiuta a ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore.

Se lavori in ufficio e trascorri la maggior parte della giornata seduta alla scrivania, è bene alzarsi e fare una breve camminata ogni 30-45 minuti. Magari per bere un sorso d’acqua, oppure per andare in bagno. Sappiamo che la vita sedentaria nuoce alla salute, quindi fare due passi e allungare i muscoli può solo essere utile. Un altro accorgimento per ridurre la ritenzione idrica negli arti inferiori è tenere le gambe sollevate. Sdraiati sulla schiena e rimani con le gambe sollevate su uno sgabello o una sedia per 30 minuti.

Mangi troppo sale

Un’altra causa comune della ritenzione idrica è una dieta troppo ricca in sodio (sale). Mangiarne troppo può causare ritenzione idrica, perché il corpo è spinto a trattenere l’acqua.

Anche se non hai la mano pesante con il sale, molti cibi confezionati o lavorati contengono molto sodio. Per evitare la ritenzione idrica dovuta dalla dieta, prediligi i cibi integrali, frutta e verdura, che contengono potassio, un minerale che agisce in stretta correlazione con il sodio, regolandone i livelli e contribuendo alla riduzione della ritenzione idrica.

In ogni caso non considerare il sodio come un nemico! E’ in effetti un minerale importante e necessario per il corretto funzionamento del nostro organismo. Come per ogni cosa, basta non esagerare.

Cambiamenti ormonali

Forse è capitato anche a te di notare un aumento della ritenzione idrica in prossimità o durante il ciclo. E’ un disturbo molto comune, causato dagli ormoni che preparano il corpo al ciclo. Se tendi ad accumulare liquidi prima del ciclo, adotta questi piccoli accorgimenti per ridurre l’entità del disturbo.

Per prima cosa cerca di evitare i cibi confezionati e lavorati troppo ricchi in sodio. Non è facile proprio in quel periodo… quando non faresti altro che mangiare dolcetti e schifezze varie… Purtroppo però sono proprio questi cibi a spingere il tuo corpo ad accumulare ulteriore acqua, quindi cerca di sostituirli con cibi integrali per ridurre il gonfiore e la ritenzione.

Il secondo suggerimento per ovviare al comportamento degli ormoni è bere acqua! Anche se il tuo corpo trattiene liquidi, non vuol dire che devi smettere di bere. Poniti come obiettivo quello di bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, di più se fai attività fisica o se sudi molto. Puoi dare all’acqua un gusto diverso con degli infusi alla frutta (senza zuccheri aggiunti).

Il terzo consiglio per gestire l’acqua è provare a fare un po’ di attività fisica. L’allenamento migliora la circolazione sanguigna che, a sua volta, stimola anche il drenaggio linfatico. Inoltre l’esercizio ti aiuta a sentirti meglio. Ascolta il tuo corpo e fai quello che riesci!

Come puoi vedere, sono molti i fattori che possono causare ritenzione idrica. Altri accorgimenti che potresti adottare per ovviare al problema sono:

  • trattamenti estetici mirati come il nostro TRATTAMENTO CORPO DETOX, contattaci 
  • linfodrenaggi manuali eseguiti dalle nostre terapiste riconosciute dalle casse malati, per informazioni clicca qui 

*******************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team Centro Sportivo Minusio