Ossessione per il cibo sano?

Ultimamente l’attenzione verso uno stile alimentare sano ed equilibrato è sempre più diffusa. Le ricerche scientifiche sempre più accurate e approfondite hanno dimostrato che ciò che ingeriamo influisce profondamente non solo sul nostro aspetto fisico, ma soprattutto sulla nostra salute, prevenendo patologie e disturbi.

Come in tutte le cose, tuttavia, ci vuole moderazione ed equilibrio. Anche un’eccessiva attenzione alla propria alimentazione può sfociare in un disturbo.

L’ortoressia è l’ossessione per il mangiare sano e naturale. Detta così potrebbe sembrare una cosa da poco, poiché l’attenzione al mangiare bene e a uno stile di vita salutare sono, non solo una parte importante della nostra vita, ma anche una parte molto positiva.

Purtroppo però, l’ortoressia è un comportamento alimentare che trasforma l’idea del mangiare sano in un’ossessione patologica, diventando un vero e proprio disturbo alimentare. Infatti, se portata all’estremo, l’attenzione a una dieta salutare diventa una sorta di fanatismo. Un comportamento estremo che non ha nulla a che fare con il benessere.

Benché solo ultimamente se ne senta parlare e sia riconosciuto come disturbo in realtà fu diagnosticato per la prima volta nel 1997 dal medico inglese Steven Bratman.

Cosa si intende per ortoressia?

Il termine ortoressia, deriva dal greco Orthos (giusto) e Orexis (appetito) e descrive una condizione caratterizzata da un comportamento alimentare eccessivamente rigido e una fissazione verso il cibo sano, biologico e puro. Così, chi soffre di questo disturbo, non è preoccupato della quantità dei cibi nella propria dieta, ma piuttosto dalla qualità.

Questo porta a una ricerca maniacale di cibi naturali, biologici e non contaminati da sostanze chimiche artificiali, caratterizzata da analisi esasperate sull’origine, la lavorazione e il confezionamento degli alimenti. L’ossessione riguarda anche la componente calorica dei cibi, riferita soprattutto a grassi e zuccheri.

Con il tempo, i criteri di ammissibilità degli alimenti diventano sempre più rigidi e restrittivi e si può arrivare anche a saltare completamente i pasti.

Questa ossessione nasce dal desiderio di ottimizzare la propria salute. Un atteggiamento di base corretto, che però finisce col trasformarsi in una fobia. Un modo di fare che in qualche modo, rappresenta anche l’attenzione esagerata della nostra società verso la perfezione fisica.

Le caratteristiche dell’ortoressia

Questo atteggiamento ipocondriaco verso tutto ciò che non è considerato naturale è caratterizzato da alcuni comportamenti tipici.

Tra questi spicca il sentirsi bene solo quando si mangia nel modo ritenuto corretto, frustrazione e forti sensi di colpa quando non si riesce a farlo e anche il dedicare un tempo eccessivo a studiare le caratteristiche di ogni cosa che si vuole mangiare.

In sintesi, la persona che soffre di ortoressia, è tormentata da pensieri continui nei confronti del cibo, che si traducono nei seguenti comportamenti ossessivi:

  • Pianificazione al millimetro dei propri pasti. Chi è affetto da questo disturbo solitamente programma i pasti con molti giorni di anticipo, per evitare ogni alimento considerato dannoso.
  • Impiego di un tempo eccessivo dedicato alla ricerca e all’acquisto di cibi considerati idonei, con una forte penalizzazione di altre attività importanti.
  • Preparazione dei cibi secondo procedure studiate, ritenute le migliori per eliminare rischi alla salute, come cotture particolari o utilizzo di un certo tipo di pentole o piatti.
  • Isolamento sociale, causato dalla continua preoccupazione per ciò che si mangerà, per cui si evitano cene da amici, pizzerie o ristoranti.

Quali sono le conseguenze di questo comportamento?

Questo tipo di fissazione su cosa mangiare, porta come prima conseguenza delle carenze nutrizionali, poiché la dieta si impoverisce e si allontana da un modello alimentare davvero sano, fatto di equilibrio, varietà e bilanciamento dei nutrienti.

Poi, questa esagerata ricerca di perfezionismo e il bisogno di controllare ogni cosa che si porta in tavola, ha anche delle conseguenze emotive e affettive.

Tra le conseguenze emotive c’è la paura costante di contaminare il proprio corpo, l’ansia di sbagliare e mangiare un cibo non considerato puro e una grande severità con se stessi, che trasforma l’atto di mangiare in una situazione che genera stati d’animo estremamente negativi.

Anche le conseguenze sul piano affettivo e sociale sono piuttosto pesanti. Infatti, chi soffre di questo disturbo si sente giusto a mangiare un certo tipo di cibo e finisce con il considerarsi superiore verso chi fa scelte diverse, al punto di provare persino disgusto per le persone che mangiano in modo normale. Ovviamente questo causa un allontanamento e una difficoltà di relazione con chi non condivide le proprie idee. La qualità dei cibi diventa più importante di qualsiasi altra cosa, compromettendo le relazioni sociali, lavorative, affettive e il benessere generale della persona.

Contrariamente a quanto si possa pensare, l’ortoressia è un disturbo più diffuso negli uomini che nelle donne. Sebbene la sua diffusione sia in aumento non bisogna confonderlo con l’essere semplicemente fissati con l’alimentazione: avere un rapporto di attenzione con il cibo non vuol dire necessariamente soffrire di ortoressia, è bene però fare attenzione a comportamenti che potrebbero segnalare il rischio potenziale di entrare a far parte di questa categoria.

Come diciamo sempre è bene trovare sempre la giusta misura e l’equilibrio, proprio quello che ricerca sempre il nostro corpo. Ascoltiamolo di più e con maggiore attenzione per capire veramente ciò di cui abbiamo bisogno!

Mangiare sano è importante ma non deve diventare una malattia, proprio come il mangiare “insano”. Se vuoi saperne di più e avere un programma alimentare sano ed equilibrato, insomma delle linee guida su come gestire la tua alimentazione in tutta semplicità e correttamente, senza che diventi un’ossessione, contattaci 091 743 45 58 o info@csm-minusio.ch

Buon benessere!

Team Centro Sportivo Minusio

****************************

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo
di contatto

http://csm-minusio.ch/contatto/

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattato entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM Centro Sportivo Minusio

Facebook Comments