Quando ti guardi allo specchio c’è sempre un velo grigio e triste

come-perdere-peso-centro-sportivo-minusioTi guardi allo specchio e non ti piaci, vedi solo i tuoi difetti?

Le hai provate tutte, dal impacco, al metterti in riga con l’alimentazione, hai acquistato qualche beverone dal dubbio sapore con proprietà dimagrante.

Il risultato sperato non è arrivato.

Ora sei molto scoraggiata e delusa.

Eppure quando ti guardi allo specchio vorresti un immagine di te sorridente, luminosa e smagliante.

Guarda che quell’immagine la puoi ottenere, devi fare unicamente le cose giuste.

Putroppo siamo bombardati da messaggi promozionali di ogni genere, e come tutte le persone hai avuto la vana speranza, che cercando la scorciatoia i risultati arrivassero prima e con meno fatica.

Il corpo umano è una macchina perfetta, se sai su quali principi lavora non ti sarà difficile ottenere un risultato.

Ovviamente ci vorrà da parte tua impegno e costanza, nulla arriva con Zero sforzo.

Piu hai pasticciato, più hai fatto su e giù con il peso, avrai bisogno più tempo per rimediare.

Ma nulla è perduto. Puoi farcela anche tu!

Obiettivo togliere il velo grigio e risorgere anche se hai più di 40 anni.

Ritagliati dei momenti per te, lo stress sia fisico che mentale non aiuta.

Ad esempio abbiamo creato dei protocolli rilassanti che favoriscono lo sblocco metabolico ti basta 1 ora e ti ricarichi.

Scegli il cibo che ti fa star bene e non ti toglie energie.

Quando fai la spesa metti nel carrello unicamente cibo fresco, frutta, verdura, carne, pesce.

Non mettere nel carrello biscotti, merendine, e prodotti raffinati di ogni genere.

Un consiglio: non fare la spesa nell’orario dei pasti, la fame ti farebbe fare delle scelte sbagliate.

Fai una lista precisa di ciò che devi acquistare, eviterai sprechi, e ti aiuterà negli acquisti.

Anzi meglio ancora se decidi cosa cucinare ogni giorno.
La spesa sarà ancora più ottimizzata e non butterai via più nulla.

lo schema deve sempre prevedere:

pranzo a base di carboidrati:
pasta, riso, gnocchi, ravioli, polenta, cereali,

cena:
carne, pesce, affettato, uova, formaggio stagionato pasta dura,

verdure come contorno ad ogni pasto.

Se hai gonfiore addominale evita tutti i cibi fermentati, evita anche la banana e gli agrumi, latticini in generale ( formaggio a pasta dura puoi mangiarlo 1 volta la settimana).

Se ti senti persa e non sai più cosa scegliere e fare ma il tuo desiderio (lecito) resta, contattaci valuteremo se il nostro programma SlimTonic©CSM è la scelta adatta.

Un percorso che ti permette di:
sbloccare il metabolismo,
lavoriamo sulla postura per favorire la corretta esecuzione degli esercizi, eviterai così fastidiosi infortuni.
Ti guideremo con una sana e corretta alimentazione partendo da una alimentazione disintossicante antiossidante 100% naturale senza integratori e pastiglie.

L’Allenamento sarà mirato al tuo obiettivo, nel pieno rispetto della tua attuale condizione fisica.

Scrivi a info@csm-minusio.ch

Ti aiuteremo a togliere il tuo velo grigio e ti faremo risorgere .

Te lo meriti.

Team CSM

Facebook Comments

Come dimagrire in menopausa

come-perdere-peso-in-menopausa-centro-sportivo-minusioPurtroppo con l’arrivo della menopausa il corpo della donna subisce notevoli cambiamenti, sia ormonali che psicologici.

Infatti a causa della diminuzione degli estrogeni ci può’ essere un calo del metabolismo,quindi una tendenza a mettere qualche chiletto sulla zona addominale e fianchi,
dal punto di vista psicologico c’è una tendenza ad essere un po depresse perchè inconsciamente il fatto di non avere più’ il ciclo e vedere il proprio corpo cambiare è come se ci facesse sentire meno “donna”.

Dal punto di vista fisico, è bene notare che gli estrogeni, regolano la distribuzione del grasso, e stimolano la lipolisi nel tessuto muscolare,permettendo la liberazione del grasso.

gli estrogeni hanno tantissime funzioni ma oggi ci interessa solo la relazione con il tessuto adiposo.

Ecco perché’ arrivate alla menopausa c’è la tendenza ad ingrassare,anche se gli studiosi ammettono che non per forza menopausa significa ingrassare, ciò’ dipende dalle abitudini pre-menopausa, infatti non tutte le donne hanno queste conseguenze.

3 ERRORI DA EVITARE :

1-TROPPE CALORIE
Andando avanti con l’eta’ la massa magra diminuisce e si sa: meno muscolo cala il metabolismo e aumenta il grasso.
Quindi sicuramente con l’avanzare dell’eta’ bisogna tenere sotto controllo le calorie.

2-POCO ESERCIZIO FISICO
Piu’avanti andiamo e meno forza abbiamo e meno vogliamo muoverci, cosa piu’ sbagliata non c’è.
La forza si fa solo continuando ad allenarci,anche perchè senza esercizio fisico il metabolismo cala con la conseguenza di accumulare grasso nelle zone indesiderate.

3-STRESS
Avvicinarsi alla menopausa significa essere piu’ insofferenti del solito, piu’ stanche, piu’ stressate, ogni cosa non va bene.
Stress chiama stress, e lo stress produce il cortisolo che cambia il metabolismo andando ad accumulare il grasso, in piu’ se ci mettiamo poca attivita’ fisica e cibo a go go, il danno è fatto.

E’ bene seguire queste regole anche prima di entrare nella zona a rischio ,perchè le cattive abitudine da giovani, ritorneranno andando avanti con l’eta’.

3 REGOLE DA SEGUIRE:

1-ALIMENTAZIONE SANA
5 pasti al giorno, evitando alcool,grassi e zucchero,prediligi frutta e verdure,zuppe la sera.

2-FAI SPORT
aiuta le tue ossa e il tuo corpo, allenati almeno 2 volte a settimana con i pesi e 1 volta aerobica.

3- COCCOLATI
vai almeno 1 volta a settimana a farti un bel massaggio, magari la riflessologia plantare, oppure un bel linfodrenaggio per dare sollievo alla tua circolazione,insomma viziati un po, direi che te lo meriti.

Se vuoi altri consigli,scrivi subito a info@csm-minusio.ch  verrai contattata dalla nostra Personal Trainer che risponderà alle tue domande e ti spiegherà il nuovo metodo SlimTonic©CSM-10Kg.

TI ASPETTIAMO

Team CSM

Facebook Comments

Come ridurre la pancia lavorando la postura

come-ridurre-la-pancia-correggendo-la-postura-centro-sportivo-minusio

Partiamo con il dire che la colonna deve avere 3 curve:

cervicale 35 gradi, dorsale 36 gradi e lombare 50 gradi.
In questo articolo ci focalizzeremo solo sulla lordosi o iperlordosi, (la curva normale che aumenta di gradi).

L’iperlordosi è una patologia che può’ diventare cronica, quindi da semplice atteggiamento posturale sbagliato a cambiamenti strutturali, una volta che lo scheletro cambia la sua forma tornare indietro è veramente difficile.

Cosa porta a un’iperlordosi?

Quasi tutte le donne hanno un po’ di iperlordosi, questo è dovuto a atteggiamenti sbagliati posturale,

l’abitudine di stare sempre con il bacino avanti per “mostrare le forme” e la mancanza di esercizio.

L’esercizio influisce tanto infatti a livello muscolare,  l’iperlordosi è dato da:

una lassità dei seguenti muscoli:
-tutto l’addome
-glutei
-catena posteriore gamba

Questi muscoli andranno rinforzati andando a lavorare in completa contrazione

e un’ipertono dei seguenti muscoli:
-adduttori
-ileopsoas
-erettori spinali
-quadricipite femorale
Questi muscoli andranno lavorati in completo allungamento.

Inoltre chi ha un biotipo a “mela” quindi con tanto grasso viscerale,tiene a portare in avanti il bacino per compensare il peso di un’addome prominente.

LE 5 REGOLE PER RIDURRE L’IPERLORDOSI E QUINDI LA PANCIA

1-alimentazione sana, 5 pasti al giorno portando tutti i carboidrati nella prima parte della giornata

2-fai un massaggio posturale per capire se hai l’iperlordosi

3- fai attivita’posturale

4-almeno una volta a settimana sottoponiti a massaggi terapeutici

5- contattaci, noi sapremo come “rimettere a posto” la tua schiena
e farti perdere i chili di troppo

IL METODO

Il nostro metodo SlimTonic©CSM -10 KG si rivolge esclusivamente alle donne Over 40 che desiderano rimodellare le proprie forme perdendo 10 Kg.

Frutto di 20 anni di:
– esperienza nel campo del fitness e del dimagrimento,
– ore di studio che dedichiamo giornalmente investendo tempo e denaro seguendo corsi di formazione e master
– oltre 1000 clienti soddisfatte

Il metodo Slimtonic©CSM è unico in Ticino:

Sarai seguita passo dopo passo:
– nell’allenamento
– nella gestione della tua giornata alimentare tenendo in considerazione anche la tua famiglia
– ti alleni con la Personal Trainer, tu e lei

Utilizza una tecnologia molto attiva e manualità per raggiungere in 5 mesi i risultati desiderati.

Il nostro metodo SlimTonic©CSM -10 KG permette di perdere 10 kg e rassodare il corpo con risultati GARANTITI al 100%.

Verrai seguita esclusivamente da Personal Trainer, Terapisti, Consulenti in estetica esperti e con programma personalizzato e sarai monitorata costantemente nel tuo progresso.

Il nostro metodo ti permette di avere la soluzione al tuo rimodellamento:

SENZA trattamenti dolorosi
nessun allenamento standard eseguito da tecnici inesperti
SENZA diete da fame, pasti sostitutivi e integratori
SENZA tempi lunghi per ottenere risultati

Il metodo SlimTonic©CSM -10 KG, per la sua estrema efficacia necessità di 7 settimane di fase preparatoria e di almeno 5 mesi di allenamento con la frequenza di 1 volta alla settimana.

Dopo la fase preparatoria verrà seguito un protocollo altamente personalizzato per raggiungere i risultati specifici che ti sei proposta.

Il nostro programma è GARANTITO al 100%.

Il metodo SlimTonic©CSM -10 KG prevede un’efficacia pressoché totale su tutte le donne Over 40.

Se il servizio non dovesse soddisfare le tue esigenze dopo 1 MESE ti rimborsiamo l’intera quota.

Contattaci per maggiori informazioni
http://csm-minusio.ch/contatto

A presto,
Team CSM

Facebook Comments

Perché lavoriamo il connettivo manualmente per modellare il tuo corpo

come-eliminare-la-cellulite-centro-sportivo-minusio

I nostri programmi SlimTonic©CSM e ZeroCellulite©CSM sono caratterizzati da diverse fasi

necessarie per effettuare un lavoro mirato su tutti quegli aspetti che sono fondamentali per ottenere un miglioramento in termini:

 

di perdita di peso, cellulite, tessuti (pelle), tonicità dei muscoli.

 

Partiamo da cosa è il tessuto connettivo:

è quel tessuto che provvede al collegamento, al sostegno e al nutrimento di altri tessuti.

Una delle funzioni del connettivo è, quella di essere ricettacolo di tossine che vengono convogliate dal sangue ed immagazzinate nel connettivo stesso.

Queste tossine provengono principalmente dall’interno del corpo, e in particolare dal metabolismo cellulare (tossine endogene), ma anche dall’esterno, per esempio i virus, i batteri, i farmaci, i metalli pesanti, varie sostanze chimiche, ecc.

Sia le tossine endogene che quelle esogene ogni giorno devono essere smaltite e tale lavoro viene effettuato dal sistema linfatico che, proprio come un operatore ecologico, porta via giornalmente i rifiuti che si sono accumulati.

Per consentire ciò il connettivo, nell’arco delle 24 ore, attraversa due fasi di circa 12 ore ciascuna:

una fase di smaltimento di scorie metaboliche e sostanze estranee,

ed una fase di ricostruzione della matrice connettivale e delle sostanze indispensabili alla vita delle cellule.

In ogni fase il connettivo cambia la sua struttura.

Nella prima fase della giornata, che va dalle 3 alle 15 circa, esso appare come una gelatina sciolta, solubilizzata (stato di sol) ed in questa prima parte della giornata avviene la demolizione e lo smaltimento di scorie e proteine (fase di smaltimento).

Nella seconda fase, che va dalle 15 alle 3 circa, il connettivo appare, invece, come una gelatina che si ricondensa (stato di gel) ed in questa seconda parte della giornata avviene la ricostituzione della matrice connettivale e delle proteine (fase di ricostruzione).

Ad ogni demolizione segue una ricostruzione e viceversa.

Questo equilibrio, però, può rompersi per una serie di ragioni:

ad esempio, per un trauma, infezioni virali o batteriche, insufficienza funzionale del sistema linfatico, eccessiva produzione di tossine dovuta ad errata alimentazione o all’assunzione di sostanze chimiche, ecc.

Tutti questi eventi portano ad un aumento di scorie nel connettivo.

Quando l’organismo è particolarmente sovraccaricato da questo punto di vista, si mettono in moto meccanismi di detossicazione e drenaggio suppletivi, grazie alla produzione di alcuni enzimi (per es. la ialuronidasi) che producono uno stato continuativo di sol del connettivo (fase di smaltimento):

questa fase, però, non dura più solo 12 ore, ma continua fino a quando non viene ottenuta una pulizia profonda e completa.

Tale meccanismo suppletivo prende il nome di Infiammazione e la cellulite è l’infiammazione- degenerazione del tessuto connettivo.

Quindi la gelatina disciolta (stato di sol) della matrice connettivale rigelificherà (stato di gel) solo quando sarà fatta completa pulizia del connettivo stesso.

Solo allora, dopo aver svolto la sua funzione di drenaggio suppletivo, che può essere agevolata con determinate tecniche massoterapiche ( massaggio) che coinvolgono il connettivo stesso e il sistema linfatico, l’infiammazione finirà e verrà ripristinato il normale bioritmo giornaliero tra fase di sol e fase di gel del connettivo.

Dunque iniziamo a considerare l’infiammazione come qualcosa necessario per il corretto ripristino del corpo.

C’è un legame tra stato chimico – fisico del connettivo e ormoni surrenali.

Questo spiega i peggioramenti della cellulite con l’aumentare dello stress.

L’infiammazione del connettivo deve essere contrastata , identificandone la causa che l’ha scatenata e non facendo abuso di drenanti, di integratori , alimentazione errata, ecc.

Il cortisolo infatti ha la capacità di far virare il connettivo dalla fase di sol alla fase di gel, non a caso, i farmaci cortisonici, imitano questa azione e bloccano l’infiammazione; alla lunga qualsiasi cosa provochi l’infiammazione creerà danni irreversibili.

L’Importante sapere che anche l’uso di cortisonici esterni, tende a creare danni agli assi ormonali, facendo perdere alle surreni la capacità di produrre cortisolo.

Ricordate sempre, che:

quando il corpo lancia dei segnali, meglio leggerli e non cercare scorciatoie, ignorando la propria natura, la quale difficilmente, al contrario, della natura civile, sbaglia.

Lavoriamo il tessuto connettivo manualmente per:

favorire lo smaltimento delle scorie endogene ed esogene, favorendo la normalizzazione del tessuto connettivo,

quindi il miglioramento sino alla sparizione della cellulite.

Ovvio per il successo del programma sarà rispettare le altri fasi come:

-l’allenamento,

-l’alimentazione,

-il riposo,

-seguire i nostri consigli

Se vuoi sapere a che “stadio è la tua cellulite” e cosa fare per migliorare immediatamente la situazione delle tue gambe:

scrivi a info@csm-minusio.ch

oppure chiama per prenotare la tua consulenza

091 743 45 58

Ci vediamo in palestra,

Team CSM

Facebook Comments

Per contrastare la cellulite, solo azioni costanti e a 360° possono dare risultati soddisfacenti:

bevande-detox-centro-sportivo-minusioPer contrastare la cellulite, solo azioni costanti e a 360° possono dare risultati soddisfacenti:

  • allenamento mirato
  • alimentazione corretta
  • gesti quotidiani

 

La PEFS colpisce il 90% delle donne e l’acronimo sta per

Panniculopatia: patologia del pannicolo adiposo

Edemato: si presenta con edemi e ritenzioni idrica, inizio della cellulite che non si vede ma c’è gonfiore

Fibro: il rallentamento della circolazione e degli scambi metabolici determina una compressione dei tessuti, aumentano le tossine nei tessuti, che il sistema linfatico e venoso non riescono ad eliminare.

Sclerotica: forma più grave provoca un addensamento del sotto cute (derma)

 

La cellulite “nasce” dall’interno del corpo, quando la vediamo a livello cutaneo è già avanzata la degenerazione del tessuto.

I primi sintomi sono gambe pesanti, stanche, gonfie.

Perché è fondamentale agire con i 3 punti elencati sopra.

Allenamento mirato: permette l’attivazione della pompa muscolare, ossigenazione dei tessuti. Lo stadio della cellulite determina l’intensità dell’attività con i pesi.

Gli allenamenti vengono stabiliti in funzione dello stadio della cellulite e della condizione fisica attuale.

Maggiore è lo stadio “minore” dovrà essere il carico per evitare:

Aumento della compressione dei vasi capillari, linfatici, per l’aumento dell’ipertrofia muscolare
sarà la teletermografia che stabilisce lo stadio della cellulite e di conseguenza l’istruttore può formulare un programma mirato per le gambe: esercizi/ripetizioni/carico.

La verifica regolare dei miglioramenti permetterà la gestione ottimale del tuo allenamento.

Per cui non fare di testa tua affidati a chi conosce la cellulite e la scienza dell’allenamento.

Bevi, il corpo è costituito dal 60% di acqua, per cui devi idratarlo costantemente. Anche se non hai sete ti devi sforzare di bere altrimenti le tossine rimangono all’interno del tuo corpo, ti sentirai gonfia, gambe pesanti ecc.

L’errore più comune è assumere drenanti per eliminare l’acqua in eccesso, ma se già bevi poco, peggiori la situazione per eliminare le tossine devi bere di più.

Ti lasciamo delle ricette sfiziose, veloci, per dare un sapore diverso all’acqua. ORA non hai più scuse. J

 

Bevande sane e saporite per la salute del tuo corpo.

 

1 Succo di Melagrana, Ananas e limone. Il melograno è un alimento ricco di proprietà, oltre a curare e prevenire le patologie cardiovascolari, contiene una buona quantità di antiossidanti. Per preparare questa bevanda, vi serviranno: 1 tazza di ananas tritato, ½ tazza di succo di melograno, ½ tazza di acqua, il succo di ½ limone e un pezzetto di zenzero. Frullate tutto tranne il succo di melograno, che aggiungerete alla fine assieme a quello di limone. L’aggiunta dell’ananas serve a dare un po’ di dolcezza e vitamine alla miscela. Zenzero e limone accelerano il metabolismo e bilanciano i sapori dolci.

 

2 Succo di verdure. Questa è una ricetta che ci consente di assumere più verdure benefiche insieme. C’è di tutto: cetrioli, spinaci, cavoli, tutti alimenti ricchi di fitonutrienti, la cui azione è potenziata dal succo di limone. Vi serviranno: 4 tazze di spinaci, 6 foglie di cavolo, 1 cetriolo, un po’ di prezzemolo, un po’ di coriandolo e il succo di mezzo limone. Frullate tutto e aggiungete solo alla fine il succo di limone.

 

3 Acqua aromatizzata. Abbiamo già visto alcune ricette di acqua aromatizzata, quando abbiamo parlato di bevande rinfrescanti e salutari per affrontare al meglio l’estate. È una ricetta molto semplice, che consiste nel lasciare in ammollo alcuni ingredienti, in modo che l’acqua ne assorba i benefici. Potete utilizzare qualsiasi frutto con proprietà disintossicanti e bere la soluzione in qualsiasi momento della giornata.

 

4 Bevanda idratante. Quando si tratta di disintossicare il corpo, l’idratazione è uno dei primi passi che devono essere compiuti. Questa bevanda ci aiuta a farlo. Vi serviranno: 2 cetrioli, 2 mele, un pezzo di barbabietola e della menta. La barbabietola è facoltativa. Mettete tutto nello spremiagrumi e bevete subito. È un modo per idratare il corpo, accelerare il metabolismo e aiutarlo a espellere le tossine in eccesso.

 

5 Cocktail rosso e verde. Questa bevanda è creata mescolando il cavolo al melograno, un’accoppiata salutare perché gli antiossidanti del melograno aiutano a combattere i radicali liberi e il cavolo fornisce fibre, proteine e sostanze fitochimiche. Ma non finisce qui: all’interno infatti sono presenti anche altri ingredienti che aggiungono preziose proprietà depurative e anticancro alla bevanda. Per realizzarla vi serviranno: 4 foglie di cavolo, 1/2 tazza di chicchi di melograno maturo, 1/2 di mirtilli freschi, 1 pera, un pezzetto di zenzero fresco, 3 foglie di menta e stevia per addolcire. Centrifugate tutto, mettendo solo alla fine il melograno. Servite!

 

6 Succo arcobaleno. Il nome non è riferito al risultato finale, ma ai colori dei diversi ingredienti utilizzati: abbiamo il rosso dei pomodori e dei peperoni, l’arancione delle carote, il giallo del limone, il verde del sedano, del prezzemolo e del coriandolo. Tutti ingredienti ricchi di antiossidanti, utili a rafforzare l’organismo e a sostenere la normale funzione degli organi deputati alla depurazione. Ecco gli ingredienti da inserire nel vostro frullatore o spremiagrumi: 1 peperone rosso a fette, 2 pomodori, 1 carota, 6 foglie di lattuga, un po’ di sedano, prezzemolo e coriandolo, mezzo cetriolo, 1 limone, un pezzetto di radice di zenzero.

 

7 Smoothie di tè verde e agrumi. In genere gli smoothie non contengono tè verde. Tuttavia, in questa ricetta questa preziosa bevanda è presente, proprio per potenziare l’azione antiossidante e depurativa del nostro intruglio! Non solo, questa bevanda è pensata anche per accelerare il metabolismo e potenziare il sistema immunitario, anche grazie alle vitamine contenute negli agrumi. Dentro è presente anche una banana per l’aggiunta di potassio e fibre. Vi serviranno: 1 arancia, 1 pompelmo, il succo di mezzo limone, mezza tazza di tè verde freddo senza zucchero, mezza banana congelata e mezzo cucchiaio di miele. A chi piace, si può aggiungere anche qualche cubetto di ghiaccio e dello yogurt vegetale per dare alla bevanda una consistenza più liscia e omogenea. Frullate tutto e bevete subito.

 

8 Golden Milk. La curcuma è una spezia che non solo aumenta il metabolismo, ma ha anche un buon potere antiossidante, aiutando il fegato nelle sue normali attività. Il golden milk è una delle ricette più diffuse che ha come ingrediente principale la curcuma. È utile anche a combattere i dolori muscolari e i primi mal di gola.

Nella prima fase, si prepara una sorta di pasta, per la quale serviranno: ¼ di tazza di curcuma in polvere, ½ cucchiaino di pepe macinato, ½ tazza di acqua.

Tutti gli ingredienti vanno versati e mescolati in una pentola antiaderente, da mettere sul fuoco. Si continua a mescolare fino a quando il composto non assume una consistenza solida e spessa.

Una volta lasciata raffreddare, la miscela va conservata in un barattolo e messa in frigo. Lì, può essere conservata per 40 giorni.

La seconda fase riguarda la realizzazione vera e propria del golden milk. Gli ingredienti che servono sono:

  • 1 tazza di latte vegetale a piacere
  • 1 cucchiaino di olio di mandorle
  • 1/4 di cucchiaino o più di pasta di curcuma,
  • miele a piacere.

Unite gli ingredienti, tranne il miele, in una casseruola. Mettete sul fuoco, fino a quando il composto non diventa un po’ più denso, riducendo il suo volume. Il miele va messo alla fine, in base ai propri gusti personali.

Questa bevanda, come abbiamo detto, è particolarmente indicata per i problemi articolari, per lenire il dolore e l’infiammazione. A tale scopo, va bevuta nella misura di 1 tazza, ogni giorno, per 40 giorni.

Contro il mal di gola, invece, si suggerisce di prendere direttamente mezzo cucchiaino della pasta conservata in frigo. Manipolate fino a formare una pallina, che andrete a deglutire con un bicchiere d’acqua. Ripetetelo due volte al giorno, fino a quando i sintomi del mal di gola non andranno ad affievolirsi.

 

9 Smoothie di pompelmo. Il succo di pompelmo, anche da solo, è una buona bevanda disintossicante. Lo è ancora di più, però se aggiunto ad altri ingredienti sani come ad esempio l’avocado o la banana. In questo smoothie c’è sia il potere disintossicante del pompelmo, che tutta la forza delle vitamine e dei minerali che aiutano il corpo a rimanere pulito. Per realizzarlo vi serviranno: mezza tazza di avocado, mezza di succo d’arancia appena spremuto, 1 tazza di succo di pompelmo appena spremuto, 1 banana dolce congelata. A piacere ghiaccio e un po’ di stevia per addolcire.

 

10 Smoothie ai mirtilli. I mirtilli sono l’ingrediente principale di questa ricetta, con tutto il loro potere antiossidante e depurativo. Non dimenticate, infatti, che il succo di mirtillo è consigliato anche nei trattamenti delle infezioni urinarie. Le banane aggiungono fibre e potassio. Si tratta di una buona combinazione di sapori e benefici, ottima per iniziare bene la mattina. Gli ingredienti di questo smoothie sono: mezza tazza di mirtilli, ¼ di tazza di succo di mirtillo biologico e 1 banana. Semplicissimo e buono!

 

11 Potere arancione. In questa ricetta ci sono 4 ingredienti ottimi per la salute e per pulire l’organismo. Il colore arancione è dato dalle carote. Gli ingredienti sono: 2 mele, 2 carote, 1 gambo di sedano, 2 lime. Tutti gli ingredienti sono lavati e tagliati a pezzetti. Vanno spremuti singolarmente e uniti insieme.

 

12 Tè disintossicante. Si tratta di un miscuglio di erbe e semi, utilizzati nella medicina ayurvedica, che devono essere fatti bollire e vanno poi bevuti. L’uso di cumino, coriandolo, finocchio è necessario per consentire al corpo di filtrare gli elementi nocivi. Per realizzare questo tè vi serviranno: 2 litri di acqua, ¼ di tazza di cumino, mezza tazza di coriandolo, mezza di semi di finocchio, e i semi di 5 baccelli di cardamomo. Fate bollire l’acqua e aggiungete le spezie. Lasciate bollire per 10 minuti, filtrate e mettete la bevanda in un termos, pronta a essere sorseggiata durante tutta la giornata.

 

13 Bevanda disintossicante per il fegato. Il fegato è un punto cruciale per un corretto programma di disintossicazione, quindi tutto ciò che lo rende felice può aiutarci ad ottenere i risultati che cercate. Al link trovate la ricetta di una bevanda pensata ad hoc per questo prezioso organo:

 

Le verdure e la frutta che si trovano in questo succo disintossicante per il fegato aiutano a mantenere questo organo sano e di conseguenza anche la pelle luminosa, che spesso è il riflesso del nostro stato di salute.

Per 2 porzioni da 400 ml di succo fresco.

Ingredienti:

2 piccole teste o 1 grande testa di bok choy ( cavolo cinese )

10 tarassaco (foglie e steli )

1 gambo citronella

1 limone (senza scorza)

1 cetriolo (togliere la buccia se non è biologico)

2 cm di zenzero (pelati)

Mezzo ananas (con buccia esterna e parte superiore rimossa)

Indicazioni:

Lavare e preparare gli ingredienti. Accendere lo spremiagrumi sul valore più basso. Spremere prima il choy bok e tarassaco. Quindi, alzare l’impostazione del livello per spremere il succo di limone. Infine, alzare l’impostazione di nuovo e spremere succo d’ ananas, zenzero, citronella, e cetriolo.

Dare al succo una buona mescolata e servire subito. E’ possibile aggiungere un paio di cubetti di ghiaccio per renderlo un po’ più fresco .

Nota: È possibile conservare questo succo di frutta per un massimo di 24 ore. Versare in un contenitore ermetico, lasciando meno spazio aereo possibile per ridurre l’ossidazione, e conservare in frigorifero

 

Vediamo adesso una serie di ricette da cui potrete trarre spunto per creare la vostra acqua aromatizzata.

 

Acqua e frutti di bosco

I frutti di bosco (freschi naturalmente) sono un alimento ricco di antiossidanti naturali e zuccheri. Mescolate insieme dei lamponi, dei mirtilli e delle more. Lasciate in infusione e gustate con un’aggiunta di menta.

 

Mela, acqua e cannella

Prendete una piccola quantità di cannella e aggiungetela nel vostro contenitore in vetro. Poi, tagliate le mele in fette sottili e mescolatele delicatamente con la spezia prima di aggiungere acqua e ghiaccio.

Cetriolo, menta e limone

Questa bevanda è particolarmente rinfrescante e salutare. Affettate un cetriolo  e un qualche spicchio di limone. Tritate qualche fogliolina di menta e lasciate in infusione nell’acqua per tutta la notte.

 

Fragole e basilico

Mescolate 4 foglie di basilico per ogni mezza tazza di fragole tagliate, per avere un buon bilanciamento tra i sapori dei due ingredienti: questa ricetta è un mix ottimo per le giornate molto calde.

Vaniglia e pera

Ecco un’acqua aromatizzata molto dolce: prendere un po’ di estratto di vaniglia naturale e affettate delle pere, mescolatele e lasciate in infusione. In alternativa potete utilizzare anche delle pesche.

 

Attenzione che le bevande da sole non portano grandi benefici, è fondamentale una sana alimentazione:

 

L’alimentazione è un tassello importante, se pasticci con il cibo peggiori la situazione.

Ti lasciamo il manuale “dieta o equilibrio alimentare?”

In breve:

NO A TROPPI CAFFÈ, TÈ, COLE.

Queste bevande sono dei disidratanti importanti perché hanno una forte azione corrosiva e acidificante, davvero micidiale sul sistema renale e sull’ormone vasopressina che insieme, regolano e distribuiscono l’acqua nel corpo.

– NO A TROPPO ZUCCHERO O SALE.

Queste sostanze sono dei ritenitori di liquidi, trattenitori e ritardatori del ricambio dell’acqua stagna ritenuta nella pelle.

– NO A UN ECCESSO DI ALIMENTI ACIDIFICANTI.

Tra i cibi acidificanti troviamo la carne, il pollame, i salumi, i formaggi, lo yogurt, i cereali raffinati e i dolci!

 

I gesti quotidiani

Indossa abiti comodi che non stringono perché rallenti la circolazione.

Tacchi: indossa scarpe con 2 cm di tacco per mantenere attiva la pompa plantare (ritorno venoso)

Scarpe con tacchi superiori ai 2 cm modificano la distribuzione del peso sul piede, ovvero tutto il tuo peso verrà scaricato sull’avampiede (parte anteriore del piede) per cui questo meccanismo naturale viene rallentato se non addirittura compromesso nella totalità con i tacchi alti.

Evita l’utilizzo di gambaletti, fanno da laccio emostatico nel cavo popliteo (piega del ginocchio) bloccando la circolazione.

Riduci lo stress perché produce l’ormone dello stress che influisce negativamente sull’equilibrio idrico del corpo causando “senso di gonfiore e pesantezza”.

Fumo, alcool, poche ore di sonno, sono cattive abitudini che vanno eliminate o ridotte il più possibile.

Per favorire la circolazione

Respira: prendi 5 minuti al giorno per respirare profondamente, tutto il tuo corpo ne beneficerà. Migliori la circolazione

Gli esercizi di respirazione favoriscono il rilassamento di questo muscolo, favorendo di conseguenza una miglior digestione e funzionalità dell’intestino.

Migliori la postura, allenti le tensioni.

Utilizza la spazzola tutti i giorni, bastano 3 minuti al giorno per ossigenare i tessuti, eliminare le tossine e riattivare la circolazione.

Questa tecnica viene eseguita con pregiate spazzole in legno di faggio, le cui setole, in tampico naturale (derivato dalla pianta dell’agave) apportano benefici fin dalla prima applicazione.

 

Possiamo oggi ringraziare l’Abate Sebastian Kneipp, a cui si deve la riscoperta dell’idroterapia, (con il suo famoso percorso acqua calda/acqua fredda) per l’utilizzo e di nuovo l’introduzione di questo potente e semplice strumento.

 

La pratica quotidiana della spazzolatura a secco favorisce l’ELIMINAZIONE DELLA CELLULITE,  MIGLIORANDO IL TONO MUSCOLARE e, unita a un prodotto drenante consigliato secondo diagnosi, può dare risultati davvero sorprendenti!

 

Rimuove gli strati di cellule morte e le impurità, donando una pelle liscia, compatta e luminosa.

Ringiovanisce il sistema nervoso, stimolando le terminazioni nervose presenti sulla pelle.

 

Ha un’azione rassodante, stimola la circolazione e aiuta la digestione.

 

Agisce sulla linfa e sul sistema ghiandolare, drenando i liquidi ed eliminando i gonfiori; basti pensare che in medicina questa tecnica veniva utilizzata anche su pazienti che non reagivano più alle cure o per risvegliare zone fredde del corpo.

La nostra consulente in estetica ti spiega come procedere con l’utilizzo delle creme per la cellulite.

Prima di utilizzare qualsiasi crema per la PEFS dovrai preparare in modo adeguato i tessuti.

 

 

Trattamenti e massaggi sono indicati se eseguiti con regolarità, prima di iniziare un ciclo di trattamenti eseguiamo sempre una diagnosi estetica per valutare:

 

 

  • stadio della cellulite
  • condizioni dei tessuti
  • zone da trattare

I nostri percorsi ZeroCellulite.

Se ancora non sei una nostra cliente ma ti piacerebbe tanto venire a “testare” il nostro metodo di lavoro e l’efficacia dei nostri trattamenti devi sapere che i nostri percorsi mettono in sinergia queste diverse tecniche:

1 LA SPAZZOLATURA DEL CORPO che ossigena e purifica i tessuti

2 LO SCRUB A BASE DI SALE DELL’HIMALAYA E OLI DRENANTI che oltre all’azione levigante e idratante dello scrub dona una profonda sensazione di leggerezza grazie all’effetto osmotico del sale e drenante degli oli essenziali

3 MASSAGGIO CONNETTIVO-POSTURALE che va a riassestare la postura alleviando le tensioni dolorose

4 MASSAGGIO CON LE PIETRE DI SALE HIMALAYANO che vengono utilizzate calde donando un’intensa sensazione di relax

5 BENDAGGIO ANTICELLULITE che toglie dalle gambe quella fastidiosa sensazione di affaticamento e riduce visibilmente i segni della cellulite

6 MASSAGGI CON I TERAPISTI, utilizzano manualità specifiche adattate alla condizione del tuo tessuto per favorire l’eliminazione delle tossine, il drenaggio dei liquidi che ristagnano, aumento del microcircolo.

 

Per qualsiasi necessità chiedi al Team CSM.

 

Facebook Comments

Se vuoi ottenere il massimo dall’allenamento

come-allenarti-e-ottenere-risultati-centro-sportivo-minusioSenti noi….
Se ti è capitato di iscriverti in palestra, pagare un abbonamento annuale e smettere di andarci dopo un mese
e non vuoi più rischiare di buttare via un sacco di soldi un’altra volta prova, perchè:
Ti sei allenato per mesi e non hai avuto risultati?
Non riesci ad alzare i pesi?
Non hai avuto progressi e non hai visto i risultati?
Per prima cosa: non ti abbattere.
Se hai fatto tutto nel modo giusto è solo una tua impressione. Con il “modo giusto” intendiamo quello che ti spiegheremo ora.
Hai seguito i consigli degli istruttori?
Hai curato l’alimentazione?
Ti sei allenato con regolarità e costanza?
Hai fatto delle valutazioni corporee ogni 3 mesi per verificare le modifiche della tua composizione corporea?
Se hai risposto no a tutte queste domande, allora devi aggiustare il tiro e iniziare a seguire i nostri
suggerimenti e consigli.
Altrimenti non puoi lamentarti. In fondo quando vai dal medico perché non stai bene, fai tutto ciò che ti dice per tornare in salute.

Esami, visite, medicine.

Se il tuo fisico non ti fa stare bene DEVI seguire le nostre indicazioni per stare bene, in forma, sentirti a tuo agio nel tuo corpo. E’ l’unico modo per “guarire”.
Se hai risposto sì, continua a leggere.
1. Datti degli obiettivi
Devi avere bene in mente quello che stai facendo e i risultati (raggiungibili) che vuoi ottenere. Poniti un
obiettivo a lungo termine, un traguardo finale, il tuo ideale da raggiungere e poi piccoli traguardi intermedi.
Magari, per quanto riguarda l’allenamento, può trattarsi di aggiungere una ripetizione oppure di un aumento
di peso usato nei sollevamenti. Se il tuo obiettivo è la perdita di peso, potresti pianificare, seguendo il
consiglio del nutrizionista e dei nostri tecnici, un piano di dimagrimento e verificare i risultati con la nostra
valutazione corporee, indispensabile per avere la certezza che tu stia perdendo massa grassa e non massa
muscolare.
2. Concentrati sui miglioramenti (forse non te ne accorgi, ma ci sono!)
Non concentrarti sulle parti del tuo corpo che non ti piacciono (lo sappiamo, lo sguardo ti cade sempre li…),
lo sai che qualcosa non va, altrimenti non ti saresti iscritto in palestra. Quando ti alleni sii contento di quello
che hai raggiunto, anche solo essere andato ad allenarti è un traguardo.
3. Pianifica il tuo allenamento
Non basta andare in palestra. Devi anche allenarti. Non è solo preparando la borsa e facendo il percorso per
andare in palestra otterrai i risultati. Affidati ai nostri professionisti del benessere e della forma fisica. I nostri
istruttori ti indicano il percorso che DEVI seguire per ottenerli davvero questi risultati. Se sei già stato nella
nostra palestra ti sei mai accorto che quando in palestra Renzo ti dice “tieni le mani cosi”, oppure “metti il
peso sui talloni” oppure ancora “non girare i polsi”, fai subito più fatica? Non lo fa perché si diverte a renderti
le cose complicate, lo fa perché cosi sei certo di avere risultati e migliorare!
4. Non imitare
Non guardare chi ti sta a fianco. L’allenamento degli altri e PER gli altri, non per te. Se lo facessi
probabilmente non otterresti gli stessi risultati, oppure ti faresti male. Ogni fisico è diverso e unico e risponde
in maniera diversa alla nutrizione e all’esercizio fisico. E’ per questo che è cosi importante fare la valutazione
coporea, che dà all’istruttore le informazioni necessarie per preparare per te il TUO allenamento
PERSONALIZZATO e capire come funziona il tuo corpo.
5. Non fare indigestione di palestra
Non esagerare! Non pensare che basta fare tanto, anche troppo, per avere risultati. A volte produce l’esatto
contrario e il corpo brucia la massa muscolare perché è senza carburante. Lo stesso vale se non ti nutri
correttamente prima e dopo l’allenamento.
6. Esecuzione corretta
Ora che hai il TUO programma di allenamento sei sicuro di eseguire gli esercizi correttamente?
Lo sai che un’esecuzione scorretta può modificare completamente il gruppo muscolare su cui stai
lavorando? Potresti anche rischiare di farti male. Da noi in sala c’è sempre un istruttore disponibile per le tue
richieste di chiarimento e che ti osserva mentre esegui gli esercizi e ti corregge. Anche il Personal Coaching,
cioè gli incontri ogni 10 sedute – servono proprio a monitorare il tuo programma e verificare che i pesi siano
adatti al tuo fisico e agli obiettivi che vuoi ottenere. In questa occasione, ma anche tutte le volte che ti alleni,
puoi chiarire con Renzo i dubbi relativi all’esecuzione di determinati esercizi.
7. Competenza e Professionalità
Nel campo del fitness sono le parole chiave. Non affidarti a mani inesperte, non ascoltare il consiglio di amici
o esterni che si allenano con te e pensano di saperne più di chi lo fa per mestiere. Spesso chi si allena da
anni pensa di essere “arrivato” e dispensa consigli e giudica chiunque. Non ci si improvvisa istruttore fitness
e farlo non è un gioco. Bisogna conoscere l’anatomia del corpo e le condizioni fisiche nel complesso, non
basta sollevare due pesi.
8. Intensità
E’ fondamentale per la perdita di peso e per la costruzione muscolare: il corpo dopo un po’ si adatta alla
solita routine e se continui ad allenare gli stessi gruppi muscolari, magari quelli più forti, limiti i progressi
generali e trascuri altri punti fondamentali per garantire l’equilibrio muscolare e ridurre il rischio di infortuni .
Ecco perché è importante cambiare scheda d’allenamento, ovviamente PERSONALIZZATA, dopo un certo periodo di tempo.
9. Non cadere nell’abitudine
Questo vale sia per l’allenamento volto al dimagrimento, sia per il tono muscolare:
è cruciale variare gli allenamenti per ottenere cambiamenti fisici e nuovi stimoli mentali.
Proprio per questo puntiamo sul dialogo continuo con gli istruttori.
10. Evita di abbuffarti
E’ vero, quando finisci di allenarti hai una fame!!!
E’ normale, non ti spaventare, sei perfettamente normale se hai voglia di sbranarti un cinghiale! Attento a non cadere in tentazione di “schifezze” giustificandoti con l’allenamento in palestra. Mangia con regolarità, assumendo la giusta quantità di proteine, per non fare danni chiedi consiglio ai nostri istruttori oppure, se hai problematiche più importanti, al nostro nutrizionista. Di certo fare attività fisica fa bene e una volta ogni tanto ti concederà di assaporare qualche “golosità” senza sentirti troppo in colpa.
11. Insisti e resisti: NO PAIN, NO GAIN!
Non ti demoralizzare, non abbandonare, se ti senti demotivato fissa subito un incontro con i nostri istruttori,
sapranno trovare nuovi stimoli, quelli giusti, e la motivazione necessaria per farti superare la piccola crisi e riacquistare energia, fiducia in te stesso e positività!
Se non riesci a sollevare quel peso, riducilo, allenati e poi riprova: vedrai che ci riuscirai! Non evitare gli
esercizi che non ti piacciono: se sono nel tuo programma c’è un motivo, piuttosto chiedi all’istruttore di
sostituirlo con un altro esercizio che lavori con gli stessi gruppi muscolari. Non avere paura di quello che non riesci a fare e di sembrare ridicolo provandoci.
Stai facendo qualcosa di grande già solo provandoci!
Siamo qui per rendere il TUO percorso verso il TUO traguardo più semplice, divertente e completo.
Quindi… cosa stai aspettando?
Se sei già attivo nella nostra palestra completa il tuo allenamento con tutti i servizi che mettiamo a
disposizione del tuo benessere e della tua forma fisica, se ancora non frequenti il CSM, datti una mossa!
Chiama lo 091 743 45 58 o scrivi a info@csm-minusio.ch per avere la TUA consulenza e iniziare il TUO
percorso verso il traguardo!
Ci vediamo al CSM
Buon benessere!
Ps Ti ricordiamo che hai un team di professionisti che si prende cura per te della tua forma fisica.
Il nostro numero è 091 743 45 58.

Siamo certi che tu lo abbia già ma ti preghiamo di sentirti a tuo agio nel diffonderlo ad amici/conoscenti/parenti/colleghi quando dovessero aver bisogno di un aiuto per il loro benessere fisico. Dicendoci che arrivano da te faremo in modo che abbiano un trattamento speciale.

Facebook Comments

Dieta o equilibrio alimentare?

cosa-devo-mangiare-per-perdere-peso-centro-sportivo-minusioOggi giorno molte persone hanno un cattivo rapporto con l’alimentazione, mangiare e sentirsi in colpa
è una brutta sensazione.
Il concetto fondamentale da tenere a mente è:
“L’alimentazione ci mantiene in vita” per cui non puoi avere un brutto rapporto, un rapporto negativo
con il cibo, bisogna cercare di superare questo aspetto.
La prima cosa da comprendere è la differenza tra dietologo e nutrizionista.
La parola “dieta” deriva dal greco e vuol dire “stile di vita”.
Se vai dal dietologo chiedi la dieta.
La dieta, per concetto, nella nostra società è per forza dimagrante, una cosa che devi subire, “attacca”
l’aspetto psicologico, la dieta si subisce come se fosse una punizione.
La realtà è che l’alimentazione è un fattore fondamentale della nostra vita, della nostra salute.

Devi smettere di cercare la dieta per perdere peso, il tuo primo obiettivo è quello della salute e l’alimentazione è il primo strumento per restare in salute.

Oggi troppi modelli alimentari senza senso e false informazioni creano confusione nella tua testa.
Le esigenze delle persone sono diverse per vari fattori:
per il fisico diverso, per le necessità diverse, per l’età, per l’attività fisica praticata.
Per cui la dieta xy non può essere per tutti.
La prima cosa da cercare non è la dieta magica per dimagrire, bensì è capire quali sono gli errori che
fai e correggere la tua alimentazione secondo i tuoi gusti personali e le tue esigenze.
Con noi o il nutrizionista crei un alimentazione nel rispetto del tuo stile di vita, adeguato ai tuoi ritmi e alle tue esigenze.

Il risultato finale è raggiungere un peso adeguato ed essere in salute.
La perdita di peso è un fattore che lo specialista deve tenere in considerazione.
Cosa facciamo?
Guardiamo principalmente al riequilibrio nutrizionale del soggetto, perché la gente oggi è malnutrita,
assume alcuni nutrienti in eccesso e questo porta all’obesità.
Per paradosso un obeso può essere malnutrito per eccesso di alcuni alimenti e avere carenze di
minerali e oligoelementi.
Le donne ad esempio:
il mal di pancia, il ciclo irregolare, possono essere generati da una mancanza di zinco, una carenza di
vitamina K porta a un grande sanguinamento durante il ciclo.
Questo deriva soprattutto da un’alimentazione errata.

Perché diciamo che la bilancia non dice la verità:
la bilancia è uno strumento nefasto che condiziona le persone.

Butta la bilancia, prende in considerazione solo il fattore peso, ma in realtà si tratta di:
50 kg di grasso, di acqua o di muscolo?
Preferisci un uomo di 70 kg di muscolo oppure di 70 kg di grasso?
Cosa ti piace di più?
La bilancia distorce la visione delle persone, ecco perché nel nostro centro Fitness prima di iniziare un
percorso parti dalla valutazione corporea.
Ci permette di capire come “sei fatta” e di agire in modo mirato per darti risultati e farti star bene.
Tornando all’alimentazione, l’alimentazione adatta, sana deve prevedere:
proteine, grassi e carboidrati; ogni tua singola cellula ha bisogno di tutti e tre i nutrienti.
Perché se mangi solo proteine predi peso, cosa perdi?
Perdi il muscolo, dimagrisci (la bilancia ti fa vedere il numero che scende, ma non che stai perdendo
muscolo).
Il muscolo è importante, vieni in palestra per tonificare, ma se perdi il muscolo per un’alimentazione
errata hai fatto un bel casino.
Alcuni modelli alimentari errati creano effetti negativi a lungo termine, sul corpo.
Le donne e il sale:
Se mangi poco sale, la tua alimentazione è si povera di sale, ma per contro aumenta il livello di
trigliceridi e aumenta il colesterolo (studi lo dimostrano).
Ridurre il sale va bene per chi ha problemi di pressione.
Se hai ritenzione idrica ma non hai problemi di colesterolo o pressione alta, crei uno scompenso al tuo
corpo.
Per cui un’alimentazione equilibrata è fondamentale, altrimenti peggiori lo stato di salute.
Un altro aspetto importante: l’alimentazione rispecchia il tuo stile di vita.
Per finire tramite il corpo abbiamo altri effetti: ci relazioniamo con gli altri, devi star bene nel tuo corpo
per avere buone relazioni con gli altri.
Come fare ad avere un’alimentazione equilibrata?
Il tuo piatto giornaliero deve essere suddiviso con queste indicazioni e “contenere”:
1) per il 50% verdure di colori diversi, perché forniscono vitamine e nutrienti diversi.
2) per ¼ cereali: riso, pasta, mais, amaranto, farro, miglio, quinoa.
I cereali sono una componente importante per il nostro apparato digerente, i microrganismi per restare
in salute e in equilibrio richiedono carboidrati complessi.
Quelli semplici, invece, danno problemi, per cui NO a zuccheri, dolci, ecc.
Più distribuisci i nutrienti più digerisci meglio.
30 anni fa non c’erano i celiaci, oggi ci sono molti più celiaci, un’epidemia di persone intolleranti al
glutine, per modelli alimentari errati.
La proteina dei carboidrati è “aggressiva” ma non va eliminata, in un ciclo alimentare i cereali vanno
alternati nella fonte per non avere problemi (riso, pasta, …).
3) 1/8 del piatto deve contenere proteine. Sono importanti, siamo fatti di proteine, ma non
dobbiamo mangiarne troppe: il corpo lavora bene se é in equilibrio, se dai qualcosa in eccesso
lavora male, per cui le proteine in eccesso producono sostanze tossiche.
Le fonti di proteine:
animali: carne rossa e bianca, pesce, uova
vegetali: tofu, soia, legumi
Limita gli insaccati perché sono diversi rispetto a quelli che producevano i nostri nonni tempo fa.
Erano sani e naturali.
Perché oggi gli insaccati sono diversi?
Ti spieghiamo come viene prodotto il salame a livello industriale:
vengono fatti stagionare con il latte condensato che é igroscopico, ovvero assorbe l’acqua, per cui
quando lo tagli sembra stagionato.
Per far diventare la carne rossa vengono inseriti nell’impasto gli starter batterici, questi mangiano il
latte e colorano la carne facendola diventare rosso vivo.
Per evitare che la carne marcisca la stabilizzano con nitriti che nel nostro corpo producono
nitrosammine (sostanze tossiche).

 

Hai ancora voglia di mangiare insaccati?
Altro falso pensiero: la carne bianca è l’alimento migliore: pollo, tacchino, coniglio e . il vitello ?
Perché viene classificato come carne bianche se è il piccolo della mucca = manzo = carne rossa?
Perché al vitello viene data una forte somministrazione di cortisone 15 giorni prima della macellazione,
questo fa schiarire la carne, al momento della macellazione non ci sono più livelli misurabili di
cortisonici nella carne.
Il pollo al supermercato:
A quanto viene venduto un pollo?
Quanto costa un pollo al supermercato?
Il prezzo include anche gli antibiotici, il pollo che acquisti ha 48 giorni.
Quindi non bisogna mangiare più carne?
No, anzi, parti da questo concetto:
“il vino va scelto per il produttore non per il nome” ovvero per la Qualità !!!
Cerca un buon allevatore.
I Formaggi:
bisogna limitarli, creano dipendenza soprattutto quelli freschi, il formaggio è un buon nutriente
contiene calcio e dà energia ma contiene molti grassi => colesterolo e ha un alto contenuto di sale.
Meglio scegliere quello stagionato che non contiene lattosio e gustarseli solo ogni tanto.
Se hai problemi intestinali (gonfiore, meteorismo, alterazione delle feci), pressione alta, colesterolo,
evitali!
Altra fonte importante di proteine sono i legumi: fagioli, ceci, lenticchie.
Sono da assumere più volte alla settimana, non gonfiano la pancia se sei in salute con l’intestino.
Esempio: le lenticchie decorticate, non danno problemi di gonfiore.
Una soluzione, per non avere gonfiori puoi passare i legumi.
Il gonfiore è causato dagli zuccheri presenti nella buccia che fermentano.
I grassi sono necessari per le cellule perché la parete delle cellule è fatta di fosfolipidi, che ci
permettono di mantenere la cascata ormonale in equilibrio. I grassi, quindi, sono fondamentali.
Alcune vitamine vengono assorbite dal nostro organismo unicamente in presenza dei lipidi ( vitamine
liposolubili).
Un alimento da eliminare dalla cucina è la margarina, è il peggiore degli alimenti che esista perché
contiene grassi trans, grassi diversi, nel sangue accelerano il processo delle placche di colesterolo.
Per di più oggi vi aggiungono Omega-3 come antidoto per i grassi velenosi presenti nella margarina
(sembra un gioco di parole).
Da preferire l’olio d’oliva, che contiene acidi che garantiscono la salute, olio di mais o arachidi, oppure
un cucchiaino di semi di lino al giorno perché contiene Omega-3 e abbassa il rischio di malattie
cardiovascolari. Mantiene in forma e giovani.
Mito da sfatare: l’olio di colza, è pericolosissimo contiene acido erucico che è un acido tossico.
L’acqua è fondamentale: bisogna bere!
I recettori che inviano il segnale “sete”, funzionano solo quando siamo giovani, con il passare degli
anni si atrofizzano, le informazioni non sono più regolari, non ricevi più il segnale di sete per cui devi
sforzarti di bere. STOP niente scuse, bevi anche se non hai sete!
Come distribuire il cibo e quanto mangiare?
Non fare colazione è un errore. La prima colazione rappresenta la metà del pasto principale.
Deve fornire il 20% dell’energia giornaliera.
Perché la mattina non hai fame? Come mai non hai fame dopo un digiuno di circa 13 ore?
Probabilmente perché è presente un disturbo digestivo che non dà il segnale di fame, bisogna
riportare l’intestino in salute, in modo che alla mattina ti alzi con un buco nello stomaco.
Facendo colazione ripristini l’equilibrio alimentare.
Spuntino a metà mattina e metà pomeriggio, soprattutto andando avanti con l’età la distribuzione dei
pasti aiuta la digestione.
Oggi le persone si abbuffano a cena, anche per questo la mattina non hai fame.
Per finire, se sbagli la dieta alzi il rischio di contrarre malattie, malattie che oggi non sono percepite dal
tuo corpo.
Il nutrizionista personalizza la tua dieta, perché ognuno è diverso, ha esigenze diverse, mangia in
modo diverso.
Se vuoi restare in forma o tornare in forma chiamaci 091 743 45 58
Partiremo anche con te da:
a) consulenza
b) Check-UP per valutare massa magra, massa grassa, idratazione corporea
c) piano d’allenamento personalizzato
d) se ti riconosci nel testo sopra con il “disordine” alimentare oppure con un problema digestivo ti
aiuteremo anche con l’alimentazione.

Con questo testo puoi capire perché siamo diversi dagli altri centri Fitness, perché prima di iniziare ad
allenarti ci teniamo a conoscerti: ci teniamo alla tua salute e al tuo benessere.

A presto,
Team CSM
Ci trovi in Via San Gottardo 51 a Minusio
www.csm-minusio.ch

Facebook Comments

Metabolismo pigro?

come-attivare-il-metabolismo-pigro-centro-sportivo-minusioSolitamente senti parlare di intestino pigro, pigrizia nel agire, MA del ‘metabolismo pigro’ mai.
Con questa definizione vogliamo informarti che se hai la sfortuna di far parte di questa categoria di persone, la perdita di peso per te sarà un supplizio.

 

Tutto ciò che scriveremo è da considerarsi : ESCLUSE LE PATOLOGIE!

Quando un metabolismo rallenta e non ti permette di perdere i rotolini, quindi i  kg che ti fanno stringere i tuoi pantaloni preferiti?

Quando in passato ti :

sei affidato alla dieta del settimanale xy, hai saltato i pasti, hai ridotto i tuoi pasti pensando “ così perdo i kg che sono di troppo”.

Il tuo corpo per difesa ha iniziato a far girare meno il suo motore!

hai perso massa muscolare, perché non fornendo i nutrienti necessari per far fronte alle tue attività quotidiane, ha utilizzato le scorte di glicogeno nei muscoli, la carenza di proteine ha indotto un utilizzo delle proteine muscolari, etc.

Se questo atteggiamento per perdere peso lo hai avuto più volte le tue cellule hanno registrato questo tipo di informazione.

ORA per resettare il tuo sistema e per far tornare il tuo corpo una potente macchina brucia grassi devi :

mangiare almeno 5 volte al giorno
bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno fare attività fisica 2-3 volte la settimana
prenderti un momento di relax e fare quello che ti piace.

Per aiutare e sbloccare il metabolismo cancellando la memoria devastante delle cavolate fatte Sino ad oggi.

La fase iniziale è fondamentale!

In questi casi agiamo così:

è OVVIO che tutto parte dal check up CSM
piano alimentare del nutrizionista con cui collaboriamo
scheda d’allenamento personalizzata
A cui vanno aggiunte almeno 4(dipende dalla situazione iniziale) sedute d’allenamento per lo “ sblocco metabolico”:

Ti allenerai e in contemporanea  utilizzeremo dell’apparecchiature che ci permettono di attaccare quella parte del tuo corpo che vuoi migliorare in assoluto -con priorità – perché non ti piace.
Il tuo allenamento diventerà massimale. Le fibre dei muscoli di quel distretto verranno attivate quasi al 100%.

Considera che con l’allenamento ordinario riesci ad attivare il 50% delle fibre, le restanti non vengono mai stimolate.

Questo è uno dei motivi per cui è difficile tonificare come desiderato e voluto quelle parti che ti danno fastidio come:

Addominali
Interno coscia
Gluteo

Con questi nostri protocolli  di allenamento avrai :

Addominali scolpiti  =  addome piatto,

Interno coscia fine = tonico, riducendo l’accumulo di grasso
Gluteo sodo =  sollevato.

Per avere anche tu il tuo allenamento e per sbloccare il tuo metabolismo chiamaci 0917434558 oppure scrivici info@csm-minusio.ch

Attiva il tuo metabolismo, ci vediamo in palestra!

Team CSM

 

PS tra meno di 1 mese è Natale  inizia ora a bruciare i rotolini fastidiosi!

contattaci  per avere maggiori informazioni www.csm-minusio.ch/contatto

Facebook Comments

Scopri come dire addio ai KG di troppo

dimagrimento

Il programma SlimTonic©CSM-10Kg è adatto a te se:

  • hai già provato tutte le diete,
  • hai già provato tutti i programmi dimagrimento,
  • hai iniziato 1000 cose e poi perdi l’entusiasmo perché non vedi risultati

Se hai più di 40 anni e desideri perdere 10 Kg

  • senza ricorrere alla chirurgia estetica
  • senza diete da fame
  • senza trattamenti dolorosi

Con noi riuscirai a perdere i centimetri dal giro vita, fianchi, cosce, i Kg che ti assillano, ti insegneremo come raggiungere i tuoi veri obiettivi e come mantenere i risultati una volta ottenuti.

SlimTonic©CSM -10Kg per dire addio ai Kg di troppo nasce per te!

Puoi testare di persona il nostro metodo di lavoro e vedere con i tuoi occhi i risultati che puoi ottenere anche tu!

Affidandoti a questo percorso e applicando i consigli del nostro team raggiungerai i risultati che desideri!

Prenota subito il tuo primo allenamento con la Personal Trainer e il CHECK-UP CSM a chf. 250.- in 2 ore ti daremo subito le strategie per tornare al tuo peso forma.

Per prenotate la tua consulenza e il tuo primo allenamento compila il modulo di contatto http://csm-minusio.ch/contatto

Scrivi Start SlimTonic©CSM -10Kg e ricevi subito un BONUS di CHF. 100.- per la tua prima consulenza, oppure chiama il 091 743 45 58.

A presto,
Team CSM

Centro Sportivo Minusio
Centro fitness specializzato nell’allenamento per le donne

Facebook Comments