Qual è la miglior cura del mal di schiena?

fitness-contro-mal-di-schiena-centro-sportivo-minusioTutti, almeno una volta nella vita, hanno avuto a che fare con il mal di schiena. A volte il dolore si è risolto in fretta, altre volte è cronicizzato o ricomparso quando meno lo si aspettava. Qualunque

sia l’entità e la frequenza del disturbo, il mal di schiena deve essere considerato come un segnale che il corpo invia per indicare che qualcosa a livello della colonna vertebrale non funziona correttamente.

Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale, è necessario praticare con regolarità una ginnastica specifica che abbia lo scopo di mantenere le strutture vertebrali elastiche e mobili e che consenta di acquisire un idoneo controllo posturale.

In genere si parla di mal di schiena come di una patologia multifattoriale per sottolineare che l’origine del dolore è legata a numerosi fattori interdipendenti che interessano la sfera fisica, psicologica e sociale.

Questi ultimi due punti, spesso sottovalutati, hanno in realtà un ruolo molto importante nella comparsa della caratteristica sintomatologia dolorosa. Stress, ansia ed altri problemi psicologici, grazie ad un meccanismo nervoso riflesso, possono infatti incrementare il normale tono muscolare.

Questo eccesso di tensione, riducendo la vascolarizzazione e l’elasticità della muscolatura paravertebrale, contribuisce alla comparsa del dolore alla bassa schiena.

I numerosi ed intricati meccanismi che danno origine alla lombalgia vanno pertanto attentamente valutati da un medico specializzato. Partendo dai sintomi e dalle cause del dolore sarà così possibile stabilire un percorso terapeutico multidisciplinare al quale collaboreranno diverse figure professionali come il medico, il terapista e l’istruttore certificato.

Le strategie di cura e prevenzione del mal di schiena devono basarsi da un lato sulla RIDUZIONE DELLE SOLLECITAZIONI alla colonna vertebrale e dall’altro sul RAFFORZAMENTO DELLE STRUTTURE CHE LA SOSTENGONO.

Questo rafforzamento si può ottenere in palestra con un programma specifico, creato da un ISTRUTTORE QUALIFICATO in sinergia con il terapista o il medico, per migliorare il grado di efficienza delle strutture che mantengono in asse la schiena proteggendola dai traumi e consentendo, al tempo stesso, il movimento.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Praticare sport può migliorare il tuo sistema immunitario

aiuta-il-tuo-sistema-immunitario-_-centro-sportivo-minusioScopri come leggendo il nostro articolo.

La funzione del sistema immunitario consiste nel proteggere l’organismo dagli agenti patogeni portatori di malattie.

Batteri, virus e parassiti tentano continuamente di fare breccia nel nostro organismo: si nascondono nel cibo,

nell’aria che respiriamo e persino nel nostri corpo.

Un sistema immunitario ben funzionante è quindi fondamentale per farci sentire sani e in forze, per difenderci da raffreddori, influenza e infezioni.

In assenza di attività fisica il nostro sistema immunitario si indebolisce e diventa facilmente attaccabile dai virus e dai batteri.

Una buona notizia: fare qualcosa è possibile! Studi* condotti sugli atleti e su persone che praticano attività fisica in modo regolare a livello amatoriale hanno evidenziato che l’allenamento moderato, che mantiene in forma l’organismo senza stressarlo, contribuisce a potenziare la capacità di contrastare i virus respiratori prima che possano attecchire e causare i tipici malanni stagionali. Naturalmente, non ci si può aspettare di ottenere una protezione assoluta, ma soltanto un piccolo aiuto.

Ecco alcune regole da seguire per sostenere il sistema immunitario degli sportivi e minimizzare il rischio di malanni stagionali.

· Seguire un programma di ALLENAMENTO REGOLARE commisurato all’età, alle proprie caratteristiche fisiche e al livello atletico individuale. Se si inizia un’attività fisica, aumentare l’intensità e la frequenza dell’impegno in modo graduale, senza forzare, per non stressare troppo l’organismo e non ridurne le difese.

· A qualunque età, evitare gli allenamenti “fai da te”, soprattutto se si affronta una disciplina sportiva per la prima volta. Almeno in una fase iniziale, AFFIDARSI A UN ISTRUTTORE ESPERTO, in grado di trasmettere una tecnica corretta e di pianificare un programma di allenamento personalizzato in funzione delle potenzialità e di obiettivi (ragionevolmente) raggiungibili.

· In inverno come in estate, durante e dopo l’attività fisica è essenziale IDRATARE L’ORGANISMO assumendo liquidi, preferibilmente poco zuccherati (acqua, tè, tisane, succhi di frutta ecc.).

L’impiego di soluzioni arricchite di sali minerali può essere consigliabile per chi tende a sudare molto o dopo allenamenti molto intensi, ma non è di norma necessario dopo l’attività sportiva

amatoriale.

· Seguire una DIETA SANA E BILANCIATA è importante per sostenere le performance atletiche e porre l’organismo nelle migliori condizioni per proteggersi dagli agenti patogeni e contrastarli.

La dieta mediterranea, ricca di frutta, verdura, cereali (meglio se integrali), pesce, legumi, frutta secca, latticini non troppo grassi (latte parzialmente scremato, yogurt e formaggi magri) e oli vegetali e povera di carni rosse, uova e grassi animali (burro, lardo) è l’ideale.

· Alcune sostanze possono contribuire, direttamente o indirettamente, a supportare l’efficienza metabolica e le difese immunitarie. Tra queste vanno ricordate le vitamine antiossidanti come

la C, la A e la E, le vitamine del gruppo B, la vitamina D e sali minerali come ferro e zinco, cuisi aggiungono flavonoidi come la quercetina. Per assumerne quantità adeguate non è necessario

ricorrere a integratori: basta MANGIARE OGNI GIORNO FRUTTA E VERDURA DI OGNI TIPO (peperoni, agrumi, frutti di bosco, mele, uva, banane, cipolle, tè verde, ananas ecc.), latticini, frutta secca, lievito di birra, pesce e uova.

· Alcuni ESTRATTI FITOTERAPICI possono contribuire a prevenire o alleviare i sintomi delle malattie respiratorie. In particolare, gli estratti di Echinacea sembrano essere in grado di ridurre

il numero di raffreddori nei bambini mentre quelli di propoli, liquirizia, mentolo ed eucaliptolo attenuano tosse e mal di gola quando già presenti. La propoli ha dimostrato, inoltre, proprietà

antibatteriche e antivirali.

· Il SONNO REGOLARE, di buona qualità e di durata sufficiente è fondamentale persupportare le difese immunitarie: questo è vero soprattutto per gli sportivi che, del resto, proprio grazie

all’attività fisica tendono a dormire meglio di chi conduce una vita sedentaria.

È il momento di pensare alla tua salute!

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

 

* Fonte: Walsh NP,Gleeson M, Pyne DB, et al. Position statement. Part one: Maintaining immune health. Exerc Immunol Rev 2011;17:64-103.

Facebook Comments

Il farmaco Esercizio fisico raccomandato anche dai medici

 

come-restare-giovane-centro-sportivo-minusioL’esercizio è un “farmaco” che opportunamente “somministrato”, previene le malattie croniche da inattività e ne impedisce lo sviluppo, garantendo considerevoli vantaggi sia alle singole persone, sia al Sistema sanitario riducendo le ospedalizzazioni e l’uso dei farmaci.

LA SEDENTARIETÀ È CAUSA DI MALATTIA

L’inattività fisica è parte rilevante nello sviluppo di obesità, dislipidemie e ipertensione arteriosa; e inoltre è

uno dei fattori determinanti nella genesi delle malattie croniche da sedentarietà (diabete di tipo 2, obesità, dislipidemie, sindrome metabolica, ipertensione, malattie cardio-vascolari, bronco-pneumopatie ostruttive,cancro di colon, mammella, prostata e pancreas, depressione, litiasi)

Le malattie da inattività, ormai diffuse a livello epidemico, in aggiunta ai costi personali e sociali assai rilevanti, hanno costi economici di dimensioni gigantesche (negli USA, nel solo 2003, più di 700 miliardi di dollari).

L’ATTIVITÀ FISICA COME PREVENZIONE E TERAPIA

In un articolo di Roberts e Barnard pubblicato nel 2005 sul “Journal of Applied Physiology”, sono state prese in esame 424 pubblicazioni scientifiche sugli “Effetti dell’esercizio e della dieta sulle malattie croniche”.

Queste le conclusioni: “Le malattie croniche attuali sono i ‘killers’ della società occidentale e sono in aumento esponenziale anche nei paesi in via di sviluppo. La soluzione a queste malattie che pervadono l’intera società sono: ESERCIZIO E DIETA”.

Gli effetti preventivi dell’attività fisica, dimostrati oltre ogni possibile dubbio, si esplicano in settori molteplici.

Impressionanti al riguardo i dati di Willett, presentati sulla rivista Science. Queste le conclusioni:

“con esercizio e dieta adeguati sarebbero evitati il 70% dei casi di cancro del colon, il 70% dei casi di ictus

cerebrale, l’80% dei casi di infarto del miocardio e il 90% dei casi di diabete dell’adulto”.

Oltre agli effetti preventivi è inoltre accertato che l’attività fisica è strumento efficace per curare le malattie cardiovascolari e dismetaboliche e per rimediare alle situazioni anormali che ne facilitano lo sviluppo. Infatti l’attività fisica riduce il grasso corporeo; permette un buon controllo glicemico; aumenta la sensibilità all’insulina; abbassa colesterolo totale, LDL (il colesterolo cattivo) e trigliceridi; aumenta il colesterolo HDL (il “colesterolo buono”); abbassa la pressione arteriosa.

La sedentarietà è determinante nello sviluppo di:

• malattia coronarica, scompenso cardiaco, vasculopatie periferiche, ipertensione arteriosa;

• diabete mellito, ipertrigliceridemie e ipercolesterolemie;

• obesità e sindrome metabolica;

• cancro del colon, della mammella, della prostata e del pancreas;

• depressione;

• litiasi biliare;

• osteoporosi;

L’esercizio fisico esercita su queste malattie effetti preventivi e terapeutici.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

I benefici dell’attività ad alta intensità HIIT

 

hiit-centro-sportivo-minusioQuante volte ti sei fatto questa domanda! In realtà è seconda solo a:

«Come posso dimagrire con l’alimentazione?»

Per ottenere risultati ci vogliono entrambi.

Quante volte hai sentito dire che, per dimagrire, il miglior allenamento è quello aerobico?

Certo, l’attività aerobica utilizza gli acidi grassi come combustibile primario, mentre quella anaerobica utilizza il glucosio.

Ma conta solo questo?

Cosa ci dice la scienza?

Quando si esegue un’attività anaerobica, il metabolismo si innalza fino a 24 ore dopo il termine dell’attività.

Quando si esegue un’attività aerobica il metabolismo sarà elevato solo per un paio di ore dopo il termine dell’attività.

E’ vero, durante l’allenamento si bruciano più calorie con l’attività aerobica che con quella anaerobica.

Facendo una somma totale, però, alla fine della giornata, complice il più elevato metabolismo, si bruciano più calorie totali! Inoltre, aspetto non di certo marginale, l’attività anaerobica stimola l’aumento della muscolatura. Più muscoli equivalgono a un metabolismo più elevato. Metabolismo più elevato equivale a un dimagrimento più rapido.

Questo allenamento va sotto il nome di HIIT (High Intensity Interval Training), allenamento intervallato ad elevata intensità. Ecco alcune ricerche scientifiche. Uno dei primistudi per constatare

se l’Interval Training fosse superiore all’allenamento aerobico in termini di dimagrimento venne tenuto nel 1994 da Tremblay e dal suo seguito. Un gruppo seguì un programma di 15 settimane con l’HIIT, mentre l’altro effettuò un classico allenamento aerobico per il dimagrimento per 20 settimane.

Il gruppo “aerobico” bruciò 15.000 calorie in più rispetto ai loro omologhi del gruppo HIIT. Coloro che seguirono il programma HIIT, tuttavia, persero 9 volte più grasso corporeo.

Un altro studio, di King nel 2001, dimostrò risultati a favore dell’Interval Training su soggetti che seguirono un programma di otto settimane di HIIT. Il programma favorì una perdita del 2% di grasso corporeo. Al contrario, i soggetti che seguirono il programma “aerobico” di otto settimane non persero grasso corporeo. Boutcher e il suo seguito, nel 2007, riscontrarono che un gruppo di donne che seguiva un programma HIIT di 20 minuti costituito da otto secondisprintseguiti da 12 secondi di riposo, persero sei volte più grasso corporeo di un gruppo che seguiva un programma cardio di 40 minuti effettuata ad una intensità costante al 60% della Frequenza Cardiaca MAX.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

7 ottime ragioni per fare stretching dopo l’allenamento

come-fare-stretching

Lo stretching è un attività naturale e istintiva.

Probabilmente anche tu appena ti svegli, o dopo un lungo periodo di inattività, un lungo viaggio in auto, ore trascorse davanti al pc… senti il bisogno di stiracchiarti, di allungarti per riattivare il corpo.

Lo stretching come attività fisica è l’allungamento volontario dei muscoli al fine di aumentare la flessibilità muscolare e migliorare i movimenti.

Non solo, l’allungamento muscolare ha benefici anche sull’ipertrofia muscolare (si, hai capito bene, per avere più muscoli devi fare stretching).

 

Perché e’ importante fare stretching?

1. Maggiore flessibilità

La mancanza di flessibilità rende i movimenti poco fluidi e aumenta il rischio di strappi muscolari, lesioni dei legamenti e altre lesioni dei tessuti moli.

In particolare se ti alleni in palestra devi avere un corpo flessibile che ti permetta di compiere qualsiasi esercizio con il massimo range di movimento, senza rischiare disturbi articolari.

2. Ipertrofia muscolare

Se vuoi aumentare l’ipertrofia dei muscoli ma hai retrazioni muscolari che ti impediscono di utilizzare il completo range di movimento di quel muscolo, il tuo sviluppo muscolare sarà limitato, perché le fibre non riescono ad allungarsi e contrarsi correttamente.

3. Recupero più veloce

Quando i muscoli sono indolenziti dall’allenamento, immediatamente dopo o anche il giorno seguente, se fai stretching riduci il dolore e diminuisci la rigidità muscolare che subentra il giorno dopo.

4. Migliora la postura

Fare stretching regolarmente aiuta a riattivare i muscoli dorsali e a mantenere una postura corretta evitando o riducendo al minimo anche dolori alla schiena.

5. Migliora la circolazione

Lo stretching aumenta il flusso sanguigno ai muscoli nutrendoli e favorendo la pulizia del tessuto muscolare. Se hai avuto lesioni muscolari o articolari di recente, il miglioramento della circolazione potrebbe anche accelerare il tuo recupero.

6. Migliora l’equilibrio e la coordinazione

Questo e’ molto utile specialmente per le persone anziane. La maggiore flessibilità derivata dallo stiramento dei muscoli migliora l’equilibrio e la coordinazione riducendo il rischio di cadute.

7. Scioglie lo stress

Lo stretching rilassa quei muscoli stretti e tesi, spesso e volentieri a causa di stress e tensioni.

Come fare stretching correttamente?

Come tutti gli altri esercizi, per essere utile anche lo stretching deve essere eseguito correttamente.

Mantieni ogni allungamento per almeno 30 secondi
Ci vuole un po’ di tempo per allungare bene e in modo sicuro i tessuti. Mantieni quindi ogni allungamento per almeno 30 secondi, fino a 60 secondi. Conta semplicemente fino a 30.

Non rendere il processo doloroso
Molte persone pensano che lo stretching per essere efficace debba essere doloroso, questo pero’ è uno dei più grandi errori che si possono fare quando si allungano i muscoli. Lo stretching non deve essere un’attività dolorosa, al contrario deve essere piacevole e rilassante. Allungati quindi solo fino a quando inizi a sentire una leggera tensione nei muscoli.

Non fare movimenti a scatti
Lo stretching deve essere fluido e dolce, non rapido e a scatti. I movimenti bruschi rischiano di creare piccole lacerazioni nel tessuto muscolare, le quali, una volta guarite rendono quella parte del muscolo ancor meno flessibile di prima.

Respira liberamente
Molte persone inconsciamente trattengono il respiro mentre fanno stretching. Questo favorisce la tensione nei muscoli, che a sua volta rende difficile l’allungamento. Cerca sempre di respirare naturalmente mentre esegui esercizi di stretching.

Fai stretching regolarmente.

Aiutati con i video dei nostri istruttori sul nostro canale Youtube

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

 

Facebook Comments

Perché lo chiamano “il muscolo dell’anima”: Ileopsoas

lavora-in-modo-corretto-lileopsoas-per-eliminare-il-dolore-alla-schiena-e-la-cellulitePerché prenderti cura e allenarlo in  modo corretto aumenterai la tua energia e vitalità.

Tutti noi conosciamo le funzionalità dei muscoli principali del nostro corpo, ma in pochi conoscono l’importanza del muscolo Psoas (muscolo ileopsoas). Questo muscolo serve per la stabilizzazione del nostro corpo ed è fondamentale per il nostro equilibrio strutturale. Lo psoas è l’unico muscolo che collega le gambe alla colonna vertebrale, quindi dal suo buon funzionamento dipende la nostra andatura, una corretta postura della colonna vertebrale e non solo…

Perché lo Psoas è uno dei muscoli più importanti del nostro corpo?

Dei recenti studi sostengono che lo psoas è strettamente collegato alle nostre emozioni, poiché messaggero primario del sistema nervoso centrale. Attraverso il tessuto connettivo, il muscolo è in comunicazione col diaframma, quindi anch’esso è coinvolto in fasi che interessano questa zona del nostro corpo, come la respirazione o il riflesso dopo uno spavento.

Che relazione c’è tra lo stress e il muscolo Psoas?

Uno stile di vita frenetico e stressante libera elevate quantità di adrenalina nel nostro corpo mantenendo in tensione costante lo psoas (il corpo si prepara a correre). Questo meccanismo di “auto-difesa” è dentro l’istinto naturale di ognuno di noi (la famosa parte rettile).

Per capirci meglio:

quando un animale si sente in pericolo di vita, scatta l’identico meccanismo, di solito si prepara a correre o s’immobilizza dalla paura.

La nostra parte istintiva lavora allo stesso identico modo:

Stress –> Adrenalina –> Cervello manda gli input al corpo –> Lo psoas si accorcia e s’irrigidisce

Mantenere lo psoas in tensione costante a causa dello stress può portare a gravi conseguenze come:

● Sciatica

● Problemi alle vertebre

● Problemi alle spalle

● Malfunzionamento degli organi localizzati nell’addome

● Problemi digestivi

● Degenerazione dell’anca

● Mestruazioni dolorose

● Altre patologie

Come se non bastasse, essendo collegato al nostro sistema nervoso, lo psoas manderà dei segnali di tensione in tutto il corpo interferendo con la corretta circolazione dei fluidi e della respirazione.

In poche parole, per colpa della tensione cronica di questo muscolo, il nostro corpo riceverà continui segnali di pericolo. Tutto ciò provocherà un affaticamento delle ghiandole surrenali e del sistema immunitario. A complicare le cose ci pensano le nostre cattive abitudini nella postura e nell’attività fisica.

Perché è importante mantenere lo psoas rilassato?

Mantenere rilassato questo muscolo migliorerà notevolmente la nostra qualità di vita, ci sentiremo più vitali e creativi.

Uno psoas libero dalle tensioni garantisce:

● Una maggiore fluidità del bacino

● Un netto miglioramento della postura della colonna vertebrale

● Un netto miglioramento delle funzioni degli organi addominali

● Una respirazione e un ritmo cardiaco più equilibrati

● Infine, ma non ultimo per importanza: migliorando la salute di questo muscolo

rigenereremo le nostre energie vitali e ci riconnetteremo col nostro potere creativo.

Perché lo Psoas è chiamato “Il Muscolo dell’Anima”?

In alcune filosofie orientali lo psoas è conosciuto come “il muscolo dell’anima”, un centro di energia principale del corpo. Quanto più lo psoas è flessibile e forte, tanto più la nostra energia vitale potrà fluire attraverso le ossa, la muscolatura e le articolazioni. Lo psoas sarebbe dunque come un organo di canalizzazione di energia, un nucleo che ci connette alla terra, permettendoci di creare un supporto solido ed equilibrato dal centro del nostro bacino. In questo modo la colonna vertebrale si amplia e, attraverso essa, tutta la nostra vitalità può fluire.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Sai quanto mangi?

mangiare-e-dimagrireSpesso ci sentiamo dire “Ho 10 kg in più! Però non mangio!”

Perché siamo un po’ tremendi  ti chiediamo:

“Come mai allora hai quei kg in più se non mangi? Con tutto il rispetto, ma nel periodo di guerra i prigionieri non avevano problemi di peso!”

Questo per dirti cosa:
se NON mangi saresti pelle e ossa e anche questo, comunque, non è sinonimo di salute.

Parti con una breve analisi della tua giornata:
– colazione la fai? La risposta è no oppure solo un caffè
– spuntino? metà mattina cornetto!
– pranzo? No, perché non ho tempo e perché comunque per il continuo spizzicare della mattina ti senti “a posto”
– spuntino? Nel pomeriggio continua la compilation di schifezze che riesci a mangiucchiare
– cena? Ti mangeresti anche un dinosauro per la fame che hai. Anzi la cosa peggiore è che appena rientrata a casa vieni assalita da un bisogno irrefrenabile di mangiare qualcosa, qualsiasi cosa, anzi più è “una schifezza” più ti darà piacere e soddisfazione.

Giustamente poi ti metti a tavola con carne, riso, un pochino di verdura, pane e un pezzetto di formaggio.
Eh sì, perché il pane con il formaggio la sera ci sta!
Dà quel senso di calore, di casereccio…

Il pensiero finale?

“Ma perché privarsi anche di un dolcetto, dopo tutto non ho mangiato niente tutto il giorno?! Per cui ho ancora calorie a disposizione!”

EH NO CAVOLACCI!

E’ proprio lì il punto, hai mangiato poco, MALE e ingurgitato un sacco di calorie vuote!

Da oggi inizia scrivere tutto quello che mangi, in particolare i fuori pasto, ti renderai conto che mangi un volume di calorie che non servono.

Cosa puoi fare?
Come fare?

Allenarti e non fare il fai-da-te con alimentazione e allenamento.

Se il/la tu@ amic@ segue una dieta non copiarla: è la SUA dieta, idem per il programma d’allenamento!

Intesi???!!!!

Se per te è veramente il momento di ritrovare il tuo peso forma, che tu debba perdere
5 kg
10 kg
15 kg

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Anche tu hai l’armadio pieni di: appena dimagrisco lo metto?

appena-dimagrisco-lo-mettoApri l’armadio, cerchi il tuo pantalone, quello che ti piace, il tuo preferito da una vita, quello che quando lo indossi… ahhhh ti senti bene con le curve al posto giusto!

Però… quando provi a indossarlo …
Sale solo sino a metà coscia, ma grazie alla tua tenacia riesci a farli salire sino alla vita e a farci stare tutto: cosce, sedere, fianchi…
(Le cuciture sono giusto un pochino tese.)

Arriva la fase finale: la chiusura del bottone.
Trattieni il fiato… niente
Ti sdrai sul letto cercando di diventare una sardina… tentativo fallito
Ti rialzi e inizi a saltellare tentando di chiudere il bottone (ma scusa perché saltelli?)
Allo stremo delle forze e della pazienza ti risdrai sul letto:
Formato sardina questa volta in apnea!
E vai! Bottone chiuso!

Ti rialzi, ti guardi allo specchio e sul tuo viso appare un espressione triste.
La tua immagine riflessa non è quella di una volta, fianchi delineati, curve al posto giusto.
Negli ultimi anni hai accumulato quei chiletti in più che ora ti fanno sentire a disagio nel TUO pantalone preferito.

Li togli e li rimetti nell’armadio “Li rimetterò quando avrò perso i miei 2/3/4/5 kg … insomma quei chili di troppo.

Ora fermati.
1. NON gettarti come d’abitudine sulla prima dieta e cavolate varie che trovi in commercio per poter indossare quei pantaloni.

NON cercare la pastiglia magica, lo abbiamo già detto, non esiste.
La dieta dell’amica lasciala all’amica, tu DEVI avere il TUO piano alimentare.
Se vuoi dimagrire e perdere i kg per tornare al peso che ti fa star bene DEVI mangiare 5 volte al giorno!
No, non stiamo scherzando… Non è una bufala e non ti stiamo prendendo in giro.

2.Abbandona qualsiasi abitudine nefasta che non ti fa muovere.

Parti da questa riflessione:
I nostri nonni per andare a fare la spesa camminavano per chilometri, oggi se non prendi l’auto e non puoi posteggiarla quasi dentro il negozio, perché vuoi il posteggio vicino per comodità ti piglia un attacco d’isteria da posteggio ‘non vengo più in questo posto non c’è mai posteggio!”
Di che non l’hai mai esclamato, ma ti pare … Due passi non hanno mai fatto male a nessuno, anzi guarda i nostri nonni!

Per cui inizia a muoverti, in questo caso invece puoi applicare i consigli della rivista xy che consiglia:
fai le scale, cammina ogni giorno…

Noi rincariamo la dose dicendoti:
Fai attività fisica, ma non in salotto, in camera, sul balcone.
Fai attività fisica seguendo un programma per te, hai bisogno del tuo programma, non quello della vicina di casa.

Ricorda il tuo obiettivo:
Tornare al peso che ti fa sentire bene e sexy .

Per questo hai bisogno qualcuno che sappia come preparare una tabella d’allenamento.
Le app sul tuo cellulare sono simpatiche, carine, divertenti…
Quante volte hai fatto il circuito che ti propongono?
Una, poi hai iniziato a modificare gli esercizi togliendo quelli che non ti piacciono,
quelli che fai fatica…

E i pantaloni, si quelli preferiti? Sono ancora nell’armadio!

Se sei abbastanza motivata hai capito che dovrai:
Seguire un piano alimentare (non una dieta da fame)
Fare attività fisica regolare
Farti seguire da chi ne capisce qualcosa

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Intestino pigro e celllulite?

intestino-pigro-e-celluliteChe legame intercorre tra l’intestino pigro e la cellulite?

Senti tensione all’addome, ti senti o ti vedi la pancia gonfia, soprattutto dopo i pasti?

Uno dei motivi di questo problema è la disbiosi intestinale (disfunzione intestinale).

Molte donne riescono a liberarsi ogni 2-3 giorni, altre invece si liberano tutti i giorni. Questo, però, non vuol dire che il loro intestino sia perfettamente in “salute”.

Qual è la regola che indica un organismo in salute?

– quando ti liberi devi sentirti completamente svuotata,
– non devi avere problemi di gas intestinale,
– le feci devono essere strutturate e non sfatte.

Di fronte a un disturbo l’azione comune è quella di agire con dei preparati per ripristinare la flora batterica, come integratori, lavaggi intestinali, ecc.

Non sempre funziona, perché?

A) perché per ogni tipo di disturbo è necessario un rimedio diverso,
B) perché l’alimentazione va corretta e vanno eliminati i cibi che causano questo disturbo.

La struttura molto complessa dell’intestino richiede il supporto di un esperto, ti invitiamo a non fare da sola, a seguire quello che c’è scritto sulla rivista xy o che trovi nel web.

Ora, cosa c’entra tutto ciò con la cellulite?

La cellulite è una modifica del tessuto connettivo causata dall’eccesso di tossine che il corpo non riesce a smaltire.

Abbiamo organi emuntori che eliminano le scorie (fegato, reni, intestino) e abbiamo gli spazzini che portano via le tossine: sono il sistema venoso e linfatico.

Se bevi poco e l’intestino non lavora bene, ecco che le tossine rimangono imbrigliate nel nostro tessuto connettivo apportando delle modifiche da cui insorge la cellulite.

Ora capisci che la cellulite non ha nulla a che vedere con il sovrappeso.
Il sovrappeso è un’aggravante per la cellulite.

Come fare?

Sistema l’alimentazione
Sistema la funzionalità dell’intestino
Fai attività fisica mirata corretta per il tuo somatotipo
Integra un programma di trattamenti con manualità specifiche che agiscono sul tessuto connettivo per favorire l’eliminazione delle tossine.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Come dimagrire senza afflosciarti

perdere-peso-e-non-afflosciartiVuoi dimagrire?

Lo vuoi fare bene?

Affidati a professionisti, fai un piccolo investimento sulla tua salute, ti dico questo perché spesso chi vuole dimagrire e non vuole spendere inizia a fare diete fai-da-te e inizia a correre alla Forrest Gump.

Sai cosa succede se togli i carboidrati e inizi a correre come una matta?

Inizi a dimagrire ma perderai anche la massa magra (muscolo) e ti ritroverai un pochino più magra ma molle.

PERCHÉ?

I carboidrati fanno si che tu abbia zucchero da bruciare durante l’attività (ti ricordiamo che come fonte di energia la cellula usa glucosio o zucchero e che i carboidrati non sono altro che glucidi quindi zuccheri).

Per bruciare grasso devi fare in modo che durante l’attività fisica tu stimoli talmente tanto l’organismo che una volta esaurite le riserve di zucchero vada a utilizzare il grasso a riposo.
Tale attività deve comprendere sia aerobica (puoi fare dell’HIITquindi lavorare a interval training 1 min veloce e 1 min lento) ma anche attività anaerobica, quindi pesi, perché aumentando la massa magra andrai ad utilizzare il grasso e aumenteranno i recettori predisposti alla “cattura” delle cellule grasse.
Se fai solo aerobica togliendo anche i carboidrati il tuo corpo terrà stretta la massa grassa e prenderà energia dal muscolo.

Come dice un vecchio detto: “Chi meno spende più spende”

NOI POSSIAMO AIUTARTI

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments