Braccia a tendina

braccia-pipistrelloSe l’effetto a tendina è anche il tuo incubo… continua a leggere

E’ il cruccio di quasi ogni donna. La pelle molle sotto il braccio che si muove ogni volta che fai qualcosa… anche quando alzi il braccio per salutare…

Che rabbia sentire (e vedere) quella massa molliccia… Diciamo che è anche un segno dell’età che avanza… Forse è anche per questo che la odi cosi tanto…

Tecnicamente parliamo dell’antiestetico rilassamento del tessuto cutaneo che caratterizza il braccio posteriormente e si vede quando alziamo l’arto superiore.

Purtroppo questa zona nella donna è una parte del corpo dove l’adipe tende a localizzarsi. L’adipe non si distribuisce allo stesso modo fra uomini e donne ecco perché le zone di maggior deposito di tessuto adiposo variano (addome per gli uomini, fianchi e glutei per le donne).

Il tessuto cutaneo (la pelle) di per se è molto elastico, questa caratteristica dipende da tanti fattori: l’età, il sesso, la razza, come mangiamo e quanto beviamo e da molte altre variabili, ma questa caratteristica purtroppo diminuisce soprattutto quando il tessuto si riempie e si svuota a causa di repentine e numerose variazioni di peso, quindi diminuzione e aumento dell’adipe presente nella zona.

Di qui l’effetto antiestetico che tutte odiamo.

Infatti se nella zona è presente l’adipe, la forza di gravità, quando alziamo il braccio, farà scendere quella zona poiché la massa grassa non è tonica e non rimane ben tesa intorno al muscolo.
Se invece la massa adiposa è diminuita perché siamo dimagrite la pelle svuotata avrà perso elasticità e sempre la forza di gravità darà lo stesso effetto.

Quindi non c’è soluzione!?

Ma certo che c’è, possiamo migliorare la situazione, tranquilla.
Questa parte del corpo per risultare più soda deve essere riempita di un tessuto attivo, tonico, che sia aderente al tessuto osseo e non lasci spazio all’adipe. Si, hai capito bene, ovviamente parliamo di tessuto muscolare.

Solo il muscolo quando alziamo il braccio può, grazie alla sua densità e tonicità, limitare questo fisiologico effetto tanto odiato.

Le donne in genere non amano allenare le braccia, SBAGLIATO!
Solo aumentando il tono e la grandezza del muscolo possiamo correre ai ripari per questo problema.
Quindi diamoci da fare.

Non pensare di allenare solo i tricipiti (questo il nome del muscolo che si trova nella parte in questione). Il corpo va allenato in armonia, quindi tutto.

Nella tua scheda di allenamento settimanale ci sarà una seduta o parte di essa dedicata ai tricipiti.
Questo muscolo estende l’avambraccio, è composto da tre fasci: uno centrale (capo lungo), uno nella parte interna (mediale) e uno nella parte esterna (laterale).
Il muscolo lavora in modo diverso, interviene di più un capo o l’altro in base alla posizione di partenza.

Gli esercizi che aiutano a migliorare questo muscolo sono quelli in cui l’arto superiore passa da una posizione flessa o piegata a una distesa.

Il muscolo in questione è formato principalmente da fibre bianche, cioè è un tipo di muscolo forte che va stimolato con dei carichi che siano sufficientemente stressanti (ovviamente aumentandoli in maniera graduale).

Alcuni esercizi tra i più efficaci sono i Dip tra due panche (o sedie), e i Push down, ma l’ideale è farti seguire da una persona competente che possa correggere l’esecuzione e rendere il lavoro molto più efficace.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Ti sveliamo la formula magica per aver un fisico da urlo

torna-in-forma-smaglianteMolte donne cercano la formula magica per avere un fisico da urlo,

il desiderio più intimo di poter andare in spiaggia senza sentirsi a disagio per i rotolini sulla vita, i fianchi un po’ larghi, senza dimenticare il lato B che non è mai abbastanza tonico e alto.

Ma esiste la formula magica?

Si esiste la formula e diventa magica solo se tu applichi tutti passaggi.

Se per pigrizia o chissà per quale scusa bizzarra tralasci un passaggio la magia è finita.

Ti sveliamo il segreto della formula magica:

Alimentazione
mangia sano e non saltare i pasti perché rallenti il tuo metabolismo, ovvero il tuo corpo assimilerà tutto ciò che mangi.

Si a Frutta e verdura, carne bianca, rossa, pesce, uova, pasta, riso, cereali.
No a insaccati, latticini, alcolici, birra, prodotti lievitati, panna, salse di ogni genere, cibi preconfezionati, merendine.

Bevi
almeno 2 litri di acqua al giorno, il metabolismo funziona anche grazie all’acqua. Come il motore dell’auto senza acqua non gira.

Allenati 2 volte la settimana
dopo un attento check up assicurati di avere il tuo programma d’allenamento.

Trattamenti estetici
grazie al check up conosciamo le caratteristiche della tua cellulite, la presenza di gonfiore e la localizzazione dei rotolini di ciccia. I trattamenti estetici completano il percorso di modellamento In modo mirato.

Sostengono i tessuti per evitare i cedimenti della pelle, smagliature, hanno un effetto drenante e favoriscono l’eliminazione delle tossine, con il nostro trattamento SlimMetabolic ottieni una riduzione immediata dei cm grazie a manualità specifiche.

Riposa
Dormi 7/8 ore per notte.

Svelata la formula magica!

Dovrai ai aggiungere ancora solo un elemento :

La tua costanza e volontà.

Perché se pensi che puoi fare anche solo “così” uno di questi passaggi, avrai come risultato “un risultato così”.

Per intenderci non rispetti la formula non avrai i risultati desiderati.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Cosa mangiare PRIMA dell’allenamento

cosa-mangiare-prima-di-allenarsiSebbene si possa essere tentati a evitare le calorie prima di un allenamento, gli alimenti che ingeriamo prima dell’attività fisica sono fondamentali per massimizzare i nostri risultati.

• BANANA
La banana è ricca di carboidrati digeribili e di potassio, che migliora il funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso.

• AVENA
L’avena è ricca di fibre, ciò significa che rilascia gradualmente i carboidrati nell’apparato circolatorio, evitando picchi di insulina e garantendo un livello di energia costante e prolungato. L’avena è ricca anche di Vitamina B, che è fondamentale nel processo metabolico della trasformazione dei carboidrati in energia.

• PANE INTEGRALE
Una fetta di pane integrale è un’ottima fonte di carboidrati “lenti”, perfetta da accompagnare con un paio di fettine di fesa di tacchino, miele o anche marmellata (senza zuccheri aggiunti).

• SMOOTHIE DI FRUTTA
Gli smoothie di frutta sono un’ottima fonte di carboidrati e di proteine, facili e rapidi da preparare. Rappresentano una perfetta combinazione tra i carboidrati della frutta (fruttosio, principalmente), assorbiti rapidamente, e le proteine dello yogurt, metabolizzate più lentamente e utili per prevenire danni muscolari.

• BARRETTE PROTEICHE
Sia per gusto, sia per necessità, le barrette proteiche sono un’ottima fonte di carboidrati e proteine, utili per dare energia durante l’allenamento e per ricostruire i muscoli dopo.

È bene anche sapere cosa è meglio EVITARE prima di un allenamento.

Innanzitutto tutti i cibi GRASSI, poiché rallentano la digestione, dando una sensazione di gonfiore e pesantezza, fino a creare crampi e coliche.
Per quanto i carboidrati siano indicati, tutti gli ZUCCHERI e i “DOLCI” sono da evitare, poiché tutti questi cibi creano un picco di energia, che però dura poco.

E’ importante fare uno spuntino pre-allenamento, ma senza esagerare, poiché mangiare troppo può causare indigestioni, nausea e vomito.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Oggi ti sveliamo perchè corri e NON dimagrisci

corri-e-non-dimagrisciCORRI CORRI e non ottieni nulla, la pancetta e i fianchi restano lì.

Molte donne, anche uomini, con l’arrivo della bella stagione iniziano a correre.

Chi si alza presto la mattina perché la stagione lo permette, il sorgere del sole è alle 6:00 e inizia a correre a digiuno.

Chi in pausa pranzo sotto la stecca del sole, o comunque nelle ore più calde della giornata per l’alta percentuale di umidità. Il pensiero è “si suda di più dimagrisco di più!”.

Chi terminata una giornata intensa e stressante di lavoro va a correre.

 

Poco importa il momento, resta il fatto che tutte indossano le scarpe da ginnastica per correre km con l’obiettivo comune di togliere quei kg di troppo o meglio di “asciugare” il grasso depositato su fianchi, vita e lato B.

È un luogo comune credere che per perdere quei rotolini che tanto ti assillano, che ti fanno dare una controllatina al tuo profilo ogni volta che passi davanti ad una superficie specchiata, che tu debba correre per km per risolvere il problema.

Il punto è proprio questo: parti con un concetto sbagliato
“corro per dimagrire.”

Eh sì, perché se sei una donna normopeso sicuro hai una percentuale di grasso in eccesso, altrettanto vero che avrai una percentuale di massa muscolare bassa.

L’obiettivo in questi casi è aumentare il tono muscolare che rende il tuo corpo un potente forno brucia grassi perché alzi il metabolismo.
E ci dispiace dirlo devi allenarti con i pesi. È l’unica soluzione.

Il cardio se sarà il caso deve essere inserito nella tua tabella d’allenamento con cognizione di causa altrimenti i tuoi sforzi sono vanificati.

Mentre se sei una donna in sovrappeso, quando fai attività cardio (quando vai a correre) assicurati di portare la frequenza cardiaca nel range di allenamento corretto.
=> il tuo cuore deve avere un numero preciso di battiti al minuto.
Per controllare la frequenza cardiaca devi acquistare e indossare un orologio munito di fascia cardio.

Perchè se la frequenza cardiaca è troppo bassa:
non bruci grassi
se fosse troppo alta l’allenamento diventa un allenamento di resistenza.

Per calcolare la frequenza cardiaca e per gestire in modo corretto l’allenamento cardio esistono due formule

COOPER e KARVONEN

Ora nel web trovi molto a riguardo, anche in questo caso non improvvisare rivolgiti a un istruttore qualificato che ti possa aiutare partendo da un attenta anamnesi, check-up per valutare le percentuali della massa magra e massa grassa.

Solo così potrai dire addio ai tuoi rotolini di grasso.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

LA BILANCIA NON DICE LA VERITÀ!

la-bilancia-non-dice-la-veritaCali di peso ma sei peggio di prima?

Ecco perché.

Di cosa è composto il nostro corpo?
– acqua (peso variabile)
– muscoli (peso variabile)
– organi (peso fisso)
– ossa (peso fisso)
– grasso (peso variabile)

 

Con una CATTIVA ALIMENTAZIONE e/o un ECCESSIVO ALLENAMENTO, troppo spesso, anziché attivare il dimagrimento (il grasso resta lì dov’era) si produce o DISIDRATAZIONE (perdita di acqua) o DEPERIMENTO (perdita di tessuto muscolare con conseguente calo metabolico).

La questione è molto semplice, se invece di rimuovere il grasso da sotto la pelle, induci il corpo a ridurre la massa muscolare con alimentazioni sbilanciate e insufficienti, viene a mancare la struttura che sorregge la pelle.

A quel punto il grasso che rimarrà appiccicato al di sotto della pelle crollerà inesorabilmente verso il basso, con un effetto negativo sia a livello estetico, sia per la tua salute.

Cosa puoi fare per rimediare?

La prima cosa è quella di spostare l’attenzione sull’AUMENTO DEL TESSUTO MUSCOLARE e sulla RIDUZIONE DEL GRASSO e non sul calo del peso.

Invece di rincorrere un numeretto più basso sulla bilancia inizia a nutrire il tuo corpo affinché possa produrre nuova massa magra e in contemporanea eliminare il grasso.

Con il nostro metodo potrai raggiungere tutto questo e con i nostri consigli scoprirai che basta modificare il tuo stile di vita un po’ alla volta per guadagnare la forma fisica che sogni, senza sottoporre il tuo corpo e la tua mente ad inutili stress.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Un’alternativa sana e gustosa alla tradizionale insalata di riso?

insalata-di-quinoaOttima da mangiare ovunque…

Insalata di farro con verdure grigliate

Ingredienti

(per 4 persone)

300 g di farro
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 zucchina
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
succo di 1 limone
sale q. b.
pepe q. b.
Preparazione

Lavate il farro e lessatelo in acqua salata.
Scolatelo e mettetelo in una ciotola capiente.
Grigliate le verdure (a pezzi o a rondelle).
Una volta grigliate, unitele al farro lessato insieme ad olio, sale, pepe, succo di limone e mescolate tutto bene.
Servite fresco da frigo.

Per renderla un po’ più proteica potete aggiungere del tonno o del formaggio magro.

Buon appetito!

Team CSM

Facebook Comments

Voglia di uno snack?

barrette-fatte-in-casaA volte la fame o per meglio dire, la “voglia di qualcosa di buono” è davvero irrefrenabile.

La “colpa” è della serotonina, un neurotrasmettitore che regola l’umore, il sonno, l’APPETITO…

Non per niente quando sei giù ti assale la voglia di cioccolato o di dolci, non è vero?

Per non arrivare a questi momenti “bui” 😉 e non finire davanti alla dispensa alla ricerca di nutella, cioccolato, biscotti & Co. oppure riempire il carrello della spesa di junk food a gogò, cerca di tenere sempre alti i livelli di serotonina in modo naturale, consumando alimenti ricchi di triptofano (non è una brutta parola, si tratta di un amminoacido essenziale che interviene proprio nella sintesi della serotonina) come tacchino, pollo, yogurt magro, formaggio magro e uova.

Inoltre puoi “ingannare” il cervello mangiando alimenti dolci che innalzano il triptofano immediatamente come datteri, papaya e banane.

E poi tieni sempre a portata di mano uno snack sano e gustoso da sgranocchiare, ad esempio le barrette ai cereali. Sono perfette da tenere sempre in borsa oppure da portare in spiaggia (non si sciolgono), da portare nello zaino durante un’escursione in montagna o nel cestino del pic-nic fuori-porta.

Spesso quelle che acquisti al supermercato, contengono un’alta percentuale di zuccheri e additivi nocivi; quindi preparale in casa! Non è difficile come pensi!

Ne esistono molte varianti, noi ti proponiamo questa, da variare a piacere con frutta secca, bacche di goji, gocce di cioccolato, frutta essiccata… insomma con quello che più ti piace!

Con una base di ca. 250 gr di avena ottieni circa 15 barrette.

Mescola l’avena in una ciotola con nocciole, noci, mandorle o pistacchi tritati, aggiungi altri ingredienti a tua scelta (semi di lino, semi di chia, bacche o frutta disidratata a pezzetti come mirtilli, albicocche o cranberry), aggiungi 150 gr di miele (magari aromatizzato con della pasta di vaniglia) o di sciroppo d’acero e mescola bene il tutto.

Fodera una teglia di carta da forno, rovescia il composto e stendilo bene, poi coprilo con un altro foglio di carta da forno e livellalo bene con le mani o con il matterello.

Inforna nel forno preriscaldato a 165°C e fai cuocere per 15 minuti circa. Lasciale raffreddare prima di tagliarle (altrimenti si spezzettano).

Ora non ti resta che sgranocchiarle! =P

Buona merenda!
Team CSM

Facebook Comments

Un’alternativa gustosa e fresca alle solite salse grasse e confezionate?

salsa-lightLa salsa Tzatziki greca!

Adatta per accompagnare pesce, carne, verdura, si prepara facilmente!

Per una versione ancora più light utilizza yogurt greco 0% di grassi!

Ingredienti:

400 gr di yogurt greco
aglio (se ti piace)
1 cetriolo
4 cucchiai di olio d’oliva
3 rametti d’aneto
2 cucchiai di aceto di vino bianco
sale

Preparazione:

Grattugia il cetriolo grossolanamente, oppure sminuzzalo a pezzetti, mettilo in un colino e fai scolare l’acqua per un’ora, poi fai fuoriuscire l’acqua in eccesso con il dorso di un cucchiaio.

Trita l’aglio nel frullatore, poi mettilo nello yogurt insieme ai cetrioli, aggiungi l’olio, l’aceto, il sale e mescola bene con una frusta o un cucchiaio. Infine aggiungi l’aneto tritato.

Guarnisci a piacere e gustalo come più ti piace!

Buon appetito
Team CSM

Facebook Comments

Hai la cellulite?

cellulite-e-posturaControlla la tua postura.

Ti starai chiedendo cosa centra la postura con la cellulite?

Te lo spieghiamo subito, continua a leggere.

Immagina il tuo corpo come se fosse una marionetta, si quelle che si usavano una volta a teatro con i fili.

I fili sono le catene muscolari che gestiscono la statica, la dinamica e i compensi del tuo corpo.

Ora prova a immaginare di accorciare uno di questi fili, la marionetta si adatta e modifica la sua forma.

Questo accade anche nel tuo corpo quando hai una postura errata, hai accorciato una catena muscolare.

Ora ti starai chiedendo cosa centra tutto ciò con la cellulite.

Partiamo da alcune delle cause scatenanti della cellulite:

-gonfiore,edema, sono la causa di una circolazione “difettosa”
-stitichezza, disturbi digestivi, il sistema digerente non funziona come dovrebbe.

Tralasciamo in questo post le altre cause conosciute come:
un alimentazione errata, la mancanza di attività, fumo, indumenti stretti, scarpe con il tacco,…

Torniamo alla tua postura errata che può condizionare il muscolo diaframma.
Purtroppo molto spesso questo muscolo non viene preso in considerazione.

Facciamo una prova:
➡️mettiti seduta su di una sedia, divano, sdraio ovunque tu sei mettiti seduta.
➡️appoggia bene i piedi a terra
➡️ora incurva la schiena, fai una gobba.

Ottimo

Da questa posizione prova a respirare.

Che sensazione hai?

Sgradevole vero?!

Non riesci a respirare senti che il tuo addome è schiacciato, hai il fiato corto.

Abbiamo esagerato con la posizione ma è la stessa cosa quando stai ricurva in avanti.

Il tuo diaframma non può lavorare in modo corretto durante la respirazione e questo implica una cattiva circolazione, i visceri sono “schiacciati e non vengono massaggiati dal movimento di inspirazione ed espirazione del diaframma.

Se la respirazione non è ottimale non può favorire i normali scambi metabolici, portare nutrimento e eliminare le tossine dai tessuti.

Il muscolo diaframma non potendo compiere il suo movimento nella totalità non può massaggiare i visceri e facilitare lo svuotamento intestinale.
Gonfiore addominale e cattiva digestione sono solo 2 delle possibili conseguenze.

La stitichezza aumenta le tossine nel corpo, un corpo con molte tossine non può “funzionare al meglio” e ti senti stanca.

Se gli scarti del cibo restano nell’intestino creano ” un blocco” al sistema venoso e linfatico impedendo il loro normale deflusso.

Le gambe pesanti sono un segnale.

Tornando al diaframma contratto condiziona molti muscoli, uno di questi è il muscolo ileopsoas, anche lui muscolo dimenticato da molti.
Un suo accorciamento implica delle modifiche posturali del bacino, che a sua volta modifica l’appoggio del piede.

Una modifica dell’appoggio plantare non permette l’attivazione della pompa plantare.
L’articolazione tibiotarsica (caviglia) non lavora bene e potrebbe essere la causa delle caviglie gonfie.

Ora capisci perchè la semplice crema per la cellulite, il programma estetico 10+1 non hanno dato i risultati desiderati?

Se desideri eliminare la cellulite, correggere la tua postura inizia ad allenarti con noi.

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

Ci vediamo presto

Team CSM

Facebook Comments

Dolori alla schiena

dolori-alla-schienaClicca qui per accedere agli esercizi che ti alleviano il dolore alla schiena

Se vuoi ritrovare il tuo benessere, stile di vita sano, che tiene in considerazione le tue abitudini: lavoro, famiglia, preferenze alimentari, e rimetterti in forma nel più breve tempo possibile devi solo compilare il modulo di contatto

Lasciare i tuoi dati

Verrai ricontattata entro 24H dal nostro team e scoprirai come tornare in forma senza stress, senza diete da fame, senza pasti sostitutivi.

 

Ci vediamo presto

Team CSM

 

Facebook Comments